Allergie Giugno, come sconfiggerle con rimedi naturali

    Allergie Giugno, come sconfiggerle con rimedi naturali

    Allergie Giugno, come sconfiggerle con rimedi naturali? È quello che si chiedono e domandano milioni di soggetti alle prese con le cosiddette allergie stagionali (senza dimenticare quelle alimentari, causate anche dai cibi del periodo primaverile). Si possono sconfiggere le allergie con semplici rimedi naturali, con l’utilizzo di piante o fiori? Vediamo insieme tutto quello che c’è da sapere e i consigli utili per evitare il “terribile” fenomeno delle Allergie diffusissimo in Primavera/Estate.

    >>> Allergie Primaverili: 5 rimedi naturali <<<

    Cosa è l’allergia?

    Si parla sempre di allergie. Ce ne sono una variegata tipologia. Ma effettivamente, cosa si intende con questo termine medico? La definizione di allergia è la seguente: “Malattia del sistema immunitario che si caratterizza per le reazioni eccessive indotte da alcuni anticorpi (lgE o reagine) nei confronti di sostanze abitualmente innocue (antigeni) provenienti dall’ambiente esterno, come pollini, peli di animali, composti chimici, metalli, farmaci…”.

    Quali sono i sintomi dell’allergia?

    Quali sono i sintomi delle allergie stagionali? Un soggetto alle prese con una netta “intolleranza” ai pollini è abituato, nel periodo Primavera-Estate, a fare i conti con continui starnuti, naso chiuso, senso di prurito alle narici. Non mancano difficoltà visive causate da arrossamento degli occhi, prurito, gonfiore e lacrimazione. Molti soggetti che soffrono di allergie stagionali devono fare i conti con respiro corto e tosse secca accompagnata, spesso e volentieri, dall’asma.

    >>> La depilazione totale aumenta le allergie? <<<

    Allergie stagionali, quali sono i periodi a rischio?

    Il periodo a rischio delle allergie stagionali va solitamente dall’inizio della Primavera – dunque fine marzo – fino al mese di settembre quando gli alberi iniziano a sfogliarsi. Per esempio la fioritura del Pioppo e del Salice comportano problemi da marzo a maggio; oppure, la fioritura della Betulla tormenta i soggetti allergici fino a metà giugno. E ancora, i pollini vengono diffusi anche da Parietaria (maggio-settembre) e Ortica (maggio-settembre).

    >>> Mal di testa ed emicrania: rimedi naturali efficaci <<<

    Allergie: combatterle con rimedi naturali

    Ma come è possibile poter combattere le Allergie con rimedi naturali? Ecco alcuni consigli da seguire per chi volesse accompagnare alcune tecniche alla somministrazione dei farmaci prescritti dal proprio medico curante. In caso di allergia è assolutamente vietato affidarsi a metodi fai-da-te, per quanto naturali e potenzialmente innocui: qualsiasi situazione allergica deve essere affrontata e gestita sotto la supervisione dello specialista.

    Vediamo insieme qualche rimedio naturale per combattere le allergie:

    1. LIQUIRIZIA O TE’ VERDE –  Queste sono utili per tenere lontani gli allergeni e il tè verde risulta efficace anche nel contrastare alcuni tipi di batteri patogeni.
    2. AGLIO – Un altro rimedio naturale per sconfiggere le allergie. Perché l’aglio è efficace? Grazie alle sue caratteristiche lo rendono utile per il controllo del livello di glicemia nel sangue.
    3. ORTICA –  Secondo gli esperti questo è uno dei rimedi naturali più efficace per combattere i sintomi delle allergie stagionali.
    4. RIBES NERO – È la soluzione più efficace per combattere le allergie. Perché? Tra i vantaggi che possiamo riscontrare è che questo Ribes Nero risulti essere un cortisonico naturale, totalmente atossico capace di svolgere le tipiche funzioni antiallergiche e antinfiammatorie del cortisone. Disponibile sotto forma di estratto (da diluire in acqua) o anche di foglie essiccate (lasciare in infusione per circa dieci minuti in un litro d’acqua e consumare durante la giornata).

    Allergie e alimentazione

    Le allergie possono essere causate anche dall’alimentazione che viene seguita. Capita spesso, infatti, soprattutto con cibi/frutti prettamente estivi, di avvertire gonfiore e prurito a labbra, bocca, al viso. Perché avviene questo? Negli alimenti potrebbe esserci presenza di allergeni molto comuni tra i pollini. Vediamo qualche esempio:

    • ALLERGICO ALLE BETULACEE: In questo caso non bisognerebbe mangiare mele banane, finocchi, prugne, carote, mandorle, sedano, nespole, pere, nocciole, patate, pesche, lamponi, prezzemolo, albicocche, noci, fragole, ciliegie e kiwi.
    • ALLERGICO ALLE GRAMINACEE: Nella propria alimentazione non possono essere presenti: meloni, angurie, pomodoro, kiwi, pesche, albicocche, ciliegie, prugne, mandorle, agrumi.
    • ALLERGICO ALLE PARITARIE: Da eliminare i seguenti cibi: piselli, melone, basilico, ciliegia, ortica.
    •  ALLERGICO ALLA COMPOSITE: Da evitare assolutamente i seguenti cibi: sedano, melone, anguria, mela, banana, zucca, camomilla, cicoria, tarassaco, castagna, prezzemolo, finocchio, olio di girasole, margarina, miele.

    Combattere le Allergie: migliorare il proprio stile di vita

    Le allergie, specie nel periodo primaverile/estivo come giugno, possono trovare terreno fertile in quei soggetti tendenti ad accumulare molto stress. Ed è per questo che, uno dei consigli da seguire, è quello di rivedere il proprio stile di vita. Fare attività fisica, curare l’alimentazione, evitare il fumo. Questi sono solo alcuni dei consigli “tecnici” per prevenire le allergie.

    Allergie: consigli ‘palliativi’ per combatterle

    Ci sono anche dei consigli palliativi per combattere e attenuare i sintomi delle allergie stagionali. Possono ricadere nel calderone dei rimedi naturali. Per esempio, è consigliato ai soggetti allergici di sciacquare molte volte il viso con acqua fredda, di far arieggiare la propria casa o posto di lavoro. Evitare luoghi pieni di polvere in cui sono presenti i cosiddetti acari, evitare l’utilizzo di fazzolettini profumati. E ancora, è consigliato ai soggetti allergici una scarsa frequenza dei giardinetti dove è possibile, nel periodo estivo, trovare erba tagliata da poco.