Amamelide: proprietà, benefici e controindicazioni

    Amamelide: proprietà, benefici e controindicazioni

    Amamelide: proprietà, benefici e controindicazioni

    L’amamelide è una pianta simile al Nocciolo, dal portamento arbustivo e appartenente alla famiglia delle Hamamelidaceae. Le foglie caduche mostrano un colore verde tendente al bruno, mentre durante la stagione autunnale si tingono di giallo ocra. I fiori compaiono nei mesi di settembre e ottobre e mostrano una colorazione gialla intensa. I frutti contengono uno o due semi massimo. Cresce spontaneamente lungo le coste orientali del Nord America, nella zona settentrionale degli Stati Uniti e nelle foreste canadesi. Ecco tutte le sue caratteristiche, le proprietà, i benefici e le possibili controindicazioni alle quali fare attenzione.

    Amamelide benefici e proprieta controindicazioni

    Le proprietà dell’amamelide

    La corteccia e le foglie di questa pianta contengono molti tannini solubili come l’acido amamelitannico, un principio attivo che risulta essere molto utile per le pareti dei vasi sanguigni e che dona alla pianta proprietà vasocostrittrici e ristrutturanti. Contiene, inoltre, composti triterpenici, flavonoidi capaci di donare altre proprietà tra le quali si annoverano quelle antinfiammatorie, tonificanti, protettive per il sistema circolatorio. Questa pianta possiede anche proprietà antiemorragiche molto utili in caso di dolori mestruali e flusso ematico abbondante.

    I benefici dell’amamelide

    Grazie al contenuto di principi attivi e alle proprietà che possiede, questa pianta può essere adoperata per il benessere della circolazione sanguigna, in particolare per tonificare le pareti dei vasi sanguigni, per curare flebiti, varici, emorroidi, capillari dilatati, fragilità capillare e infiammazioni che interessano soprattutto le pareti venose. Può risultare utile anche per chi ha la tendenza a mostrare facilmente lividi sul corpo o per inestetismi della pelle dovuti alla ritenzione idrica come la cellulite. In questi casi si possono sfruttare le sue proprietà astringenti. Anche per la dismenorrea e per i dolori mestruali in generale, che danno origine a intenso dolore e flusso del sangue abbondante, è possibile adoperare questa pianta per le sue proprietà antiemorragiche.

    Controindicazioni e possibili effetti collaterali

    Come molte altre piante, anche l’amamelide può avere effetti collaterali o controindicazioni alle quali fare attenzione prima del suo utilizzo. Di norma non sono stati osservati particolari pericoli per chi ne fa uso, ma se assunta in dosaggio eccessivi, l’amamelide può dare luogo ad alcuni disturbi a carico dello stomaco e dell’intestino, come danni e irritazioni della mucosa gastrica e stitichezza. Può essere usata in forma di infuso, estratto o tintura madre in base alle esigenze del momento. Per ogni dubbio e per evitare reazioni avverse in persone predisposte, si consiglia di consultare uno specialista o un medico.

    * Il contenuto riportato è di carattere orientativo a fini informativi: non sostituisce diagnosi e trattamenti medici. Non deve essere utilizzato per prendere decisioni in merito ad assunzione o sospensione di terapie farmacologiche e non può sostituire il parere di un professionista afferente a qualsiasi disciplina medico scientifica autorizzata.