Amla: proprietà, benefici del frutto della longevità

    Amla: proprietà, benefici del frutto della longevità

    Amla: proprietà, benefici del frutto della longevità

    L’Amla è un frutto di origine indiana utilizzato da più di cinquemila anni come rimedio naturale nella medicina ayurvedica. Il suo nome tradizionale è Amalaki e in India è considerata una pianta molto utile a mantenere il benessere fisico del nostro organismo. Possiede, infatti, numerosi benefici che è possibile sfruttare. La bacca della pianta è di colore giallo-verde, mentre le dimensioni sono molto simili a quelle dell’uva comune, tanto che viene definita anche come uva spina indiana. Ecco dunque quali sono le sue proprietà, i benefici per il nostro organismo e come utilizzarlo.

    Amla benefici proprieta come usarlo

    Le proprietà dell’Amla

    Questo frutto possiede numerose proprietà, alcune delle quali derivano direttamente dal suo alto contenuto di vitamina C e antiossidanti. A donare questa proprietà è soprattutto una sostanza chiamata il superossido dismutase capace anche di eliminare i radicali liberi. La presenza di altre sostanze come le saponine dona al frutto proprietà anticolesterolo. Tra le altre proprietà beneficihe dell’amla si annoverano quella antinfiammatoria, antisettica e stimolante per le difese immunitarie. Infine, tra i suoi effetti, vi è anche quello antitumorale.

    I benefici dell’Amla

    Grazie all’alto contenuto di vitamina C e alle sue proprietà antisettiche e antinfiammatorie, questo frutto puà dimostrarsi un valido alleato durante la stagione invernale contro le malattie da raffreddamento come il mal di gola, la febbre, l’influenza, la tosse e la congestione nasale. Stimola le nostre difese immunitarie prevenendo le infezioni, mentre la sua attività diuretica depura l’organismo dalle sostanze nocive in eccesso, in particolare organi come il fegato, i reni, il pancreas e la vescica. L’amla è consigliata anche in caso di anemia e di problemi alla milza e ai polmoni. È in grado di regolare la pressione sanguigna a beneficio del cuore e grazie al contenuto di fibre è anche molto utile per l’intestino e per combattere gli episodi di stitichezza.

    Quando usare l’Amla

    Come abbiamo visto, questo frutto è un valido alleato in caso di infiammazioni del cavo orale, contro tosse grassa o secca, mal di gola, febbre, influenza e congestione nasale. Può essere adoperato per stimolare le difese immunitarie e combattere le infezioni, oppure come diuretico naturale in caso di cistite o se vogliamo depurare i reni, la vescica e, più in generale l’apparato urinario. In linea generale, in India questo frutto viene utilizzato per mantenersi in salute e viene considerato un vero e proprio elisir di unga vita. Non ha controindicazioni.

    * Il contenuto riportato è di carattere orientativo a fini informativi: non sostituisce diagnosi e trattamenti medici. Non deve essere utilizzato per prendere decisioni in merito ad assunzione o sospensione di terapie farmacologiche e non può sostituire il parere di un professionista afferente a qualsiasi disciplina medico scientifica autorizzata.