Caffè verde proprietà: perché è un alleato delle diete

Caffè verde proprietà: perché è un alleato delle diete

Caffè verde, alleato della dieta e della linea

Il Caffè Verde (‘green coffee’) rappresenta la nuova tendenza in fatto di bevande salutistiche emersa in questi giorni al Fancy Food Show, rassegna organizzata annualmente a New York dalla Specialty Food Association, finalizzata a far conoscere i brand emergenti del food & bevrage da tutto il mondo.

Come si ottiene il caffè verde? Dai chicchi d caffè non tostati, di colore verde, appunto. Da qui il medesimo colore della bevanda che ne deriva. In quanto non tostati, i chicchi perdono solo in minima misura l’acido clorogenico in essi contenuto. Trattasi di una sostanza ritenuta salutare: secondo uno studio pubblicato nel 2006 su BMC Complementary and Alternative Medicine, infatti, assumere giornalmente estratto di chicchi di caffè verde è risultato efficace nei topi per la riduzione del grasso e del
peso corporeo e del grasso nel fegato.

Il caffè verde è considerato un elisir di bellezza del tutto naturale. Le sue proprietà infatti lo rendono un alleato delle diete e della linea: non torrefatto, si tratta di una miscela di caffè crudi e arabica essiccati. La mancata tostatura modifica notevolmente il sapore ‘classico’ del caffè e garantisce all’organismo dei benefici che quello nero non ha, in quanto tostato, appunto.

Fino a -2kg al mese se si assume il caffè verde regolarmente

Nello specifico, si tratta di benefici che incidono sulla sua capacità di favorire il processo di dimagrimento. Se inserito in una dieta sana e accompagnato da una regolare attività fisica, il caffè verde è in grado di aiutare a perdere fino a due chili ogni mese. In virtù di questa proprietà viene sempre più annoverato tra i rimedi naturali più efficaci per dimagrire.

Il caffè verde risulta inoltre meno acido di quello nero e fornisce una carica antiossidante tre volte superiore a quella del tè verde. L’acido clorogenico, legandosi alla caffeina non torrefatta produce il clorogenato di caffeina, sostanza che viene assimilata più lentamente dall’organismo ma che nel contempo permette di trarre beneficio delle sue proprietà più a lungo. L’acido clorogenico agisce inoltre sulle cellule adipose e sul metabolismo. In sostanza, dunque, permette di bruciare grassi, stimolare il fegato, accelerare il metabolismo, combattere i radicali liberi, ridurre l’assorbimento degli zuccheri da parte dell’intestino, tenere attiva la mente e rallentare il processo di invecchiamento cellulare.

Come preparare il caffè verde

Per preparar questa bevanda è sufficiente pestare o tritare i semi di caffè crudo fino a polverizzarli, poi scioglierli in acqua bollente e filtrare il tutto. Il procedimento è simile a quello per preparare il caffè solubile. Si trovano tuttavia in commercio anche barrette, gli estratti e le capsule. Il consiglio è di consumarlo due volte al giorno, specialmente al mattino.