Cervicale infiammata: cosa fare per lenire il dolore

    Cervicale infiammata: cosa fare per lenire il dolore

    Cervicale infiammata sintomi e cause

    I sintomi più comuni di questo disturbo sono caratterizzati da un forte dolore al collo accompagnato da senso di nausea e stordimento; dolore intenso, talvolta acuito da bruciore, che può irradiarsi alle spalle, alle braccia, fino alle mani, provocando una sorta  di formicolio.

    Generalmente sono la forte umidità, i colpi d’aria e una cattiva postura a dare origine a questa infiammazione, e ultimi – non in ordine di importanza – lo stress e l’ansia. La cervicale infiammata può inoltre causare mal di testa, che parte dalla nuca e si irradia fino alla fronte e sopra gli occhi. Ad aggravare il tutto i capogiri, il torcicollo, un forte senso di nausea che in caso di attacchi molto forti possono addirittura provocare il vomito.

    Tra le cause della cervicale anche la predisposizione familiare, oltre che una ripetuta postura sbagliata, un colpo di freddo, la sedentarietà, la tensione e patologie alla colonna vertebrale quali artrite o fratture, ad esempio.

    Cervicale infiammata rimedi naturali

    Per rimediare (nei limiti del possibile) a questo problema, oltre alla assunzione di farmaci specifici si possono adottare diversi rimedi naturali che giovano non poco alla situazione di dolore acuto.

    Il sano e costante esercizio fisico, lo sport e una corretta postura (accompagnata da esercizi specifici per aumentare la resistenza muscolare nella zona della schiena) sono il punto di partenza per ‘curare’ la cervicale infiammata. Lo sport per far calare la tensione e scaricare lo stress, la ginnastica posturale per sciogliere le contratture di collo e schiena.

    Applicare la borsa dell’acqua calda sulla zona del collo e della schiena: il calore dà sollievo immediato, scioglie i muscoli e rilassa. Dormire bene su materassi e cuscini specifici per chi soffre di questo disturbo cronico è altresì importante per non svegliarsi afflitto dai dolori (dopo il sonno notturno è infatti più frequente patire un attacco di cervicale).

    Ancora, un altro rimedio efficace è eseguire dei massaggi sulle parti interessate dal dolore con oli essenziali indicati per la cura dei dolori cervicali, ovvero quello di rosmarino e lavanda, piante dalle proprietà rilassanti e defaticanti. Il consiglio è di ripetere le manipolazioni due o tre volte al giorno diluendo poche gocce di olio essenziale in olio vegetale (di riso o di mandorle dolci).

    Sì all’utilizzo dell’olio di arnica per praticare un massaggio (va bene anche l’auto massaggio) al fine di sbloccare le contratture muscolari in virtù dell’azione disinfiammante di questa pianta. Il trattamento risulterà ancora più efficace se effettuato dopo una doccia calda accompagnata da lunghi getti di acqua proprio in direzione del collo, grazie al succitato calore quale rimedio naturale al dolore e alle contratture.

    Un altro antidolorifico e antinfiammatorio naturale utilizzato per contrastare la cervicale infiammata è l’estratto di Ribes nigrum, noto per le sue proprietà benefiche sulla circolazione del sangue ma anche perché in grado di alleviare i dolori cervicali.

    Ribes nigrum

    ribes nigrum

    La Rosa canina è parimenti consigliata per alleviare i disturbi causati dalla cervicale infiammata: un infuso a base di bacche di rosa canina sarà perfetto per sciogliere i muscoli tesi di collo e spalle, dopo una giornata di stress, e quindi per lenire il dolore; anche l’estratto di rosa canina in gocce è indicato per risolvere questo disturbo.

    Rosa canina