Ciclo mestruale: 5 azioni che riducono il dolore

    Ciclo mestruale: 5 azioni che riducono il dolore

    Ciclo mestruale: 5 azioni che riducono il dolore

    In ambito medico viene denominata dismenorrea e il suo significato consiste nell’insieme dei disturbi e dei dolori che sopraggiungono o possono sopraggiungere durante il ciclo mestruale. È una condizione che può colpire milioni di donne ogni mese ed è causa di profondo disagio oltre che di dolore. Quasi tutte le donne hanno sofferto almeno una volta di ciclo doloroso durante l’arco della loro vita. Il dolore, infatti, deriva dalle contrazioni dell’utero che nel periodo del ciclo deve eliminare le cellule dell’endometrio inutilizzate. Possono esserci diverse cause, come l’anatomia, la presenza di fibromi uterini o di infiammazioni. Ecco quindi 5 azioni da tenere a mente e non fare durante il ciclo mestruale.

    5 azioni per diminuire il dolore del ciclo mestruale

    Consumare zuccheri raffinati: anche durante il ciclo mestruale l’alimentazione è molto importante e può influire sul benessere dell’organismo. In questo caso sono gli zuccheri raffinati a creare problemi, questo a causa della loro azione che contribuisce ad alimentare le infiammazioni. Per questo motivo è consigliabile ridurne i consumi al minimo indispensabile.

    Consumare alcolici: ovviamente, anche l’alcool non è un buon modo per migliorare la situazione. L’alcool, infatti, aumenta l’infiammazione sistemica e la produzione di prostaglandine, che sono responsabili del dolore e ne aumentano, di conseguenza, la percezione. L’alcool, inoltre, altera la flora intestinale e favorisce il gonfiore addominale, due condizioni che possono inficiare il benessere dell’utero e delle ovaie.

    Non indossare abiti troppo stretti: bisognerebbe evitare, durante il ciclo mestruale, di indossare abiti troppo stretti e che comprimono la zona addominale. In questi casi, infatti, anche l’utero risente della costrizione e il rischio è quello di creare ostacoli nel normale processo di contrazione dell’uterino, che ha come scopo il distacco dell’endometrio.

    Non praticare l’attività fisica: sospendere lo sport durante il ciclo mestruale, a dispetto di ciò che si può pensare, non è un’azione molto utile al fine di ridurre il dolore. L’attività fisica, infatti, favorisce il rilascio di endorfine, ormoni con proprietà analgesiche e quindi in grado di diminuire sensibilmente il dolore causato dal ciclo mestruale. Un’attività blanda e non troppo faticosa sarebbe l’ideale.

    Fumare: anche questa azione dovrebbe essere evitata, non solo perché nociva per la salute in generale, ma perché potrebbe favorire l’aumento della percezione del dolore durante il ciclo mestruale. Il fumo può avere infatti diverse ripercussioni sul sistema ormonale e può modificare l’equilibro del nostro organismo, soprattutto nelle fasi delicate come quelle del ciclo mestruale. Per questo bisognerebbe evitare completamente le sigarette.

    * Il contenuto riportato è di carattere orientativo a fini informativi: non sostituisce diagnosi e trattamenti medici. Non deve essere utilizzato per prendere decisioni in merito ad assunzione o sospensione di terapie farmacologiche e non può sostituire il parere di un professionista afferente a qualsiasi disciplina medico scientifica autorizzata.