Come coltivare la curcuma in casa

    Come coltivare la curcuma in casa

    Come coltivare la curcuma in casa. Se volete avere sempre a portata di mano una delle migliori spezie in qualità di rimedio naturale nonché alimento depurativo per l’organismo.

    Come coltivare la curcuma in casa: dove trovare le radici

    Dove trovare le radici della curcuma fresca? Il consiglio migliore è recarsi in negozi biologici. Qui provare anche a richiedere la curcuma da coltivare nei vivai che si dedicano alla cura delle piante in modo naturale. Oppure si potrà andare alla ricerca di una pianta di curcuma, venduta come ornamentale per la bellezza dei suoi fiori. Inoltre, nei migliori vivai, si potrà trovare reperire la curcuma sia come rizoma che come pianta.

    >>> Schiarire la pelle con la Curcuma <<<

    Come coltivare la curcuma in casa: il clima ideale

    La curcuma è una pianta da abbellimento in Italia sebbene venga utilizzata spesso come spezia depurativa. Inoltre, la curcuma solitamente va coltivata all’esterno soltanto durante la bella stagione, a meno che non ci si trovi in una regione con inverni molto miti e senza pericolo di gelate. La curcuma vive bene soprattutto nel proprio habitat naturale, quindi nelle regioni come India, Sri Lanka, Filippine e Vietnam.

    Invece, quando le temperature scendono sotto i 12 gradi la curcuma va in sofferenza: le temperature ideali per la curcuma sono comprese tra i 20 e i 35°.  Inoltre, la pianta di curcuma ha un clima ideale quando è caldo-umido. Dunque durante la primavera e l’estate, quando la pianta produrrà nuove foglie e fiori, saranno necessarie annaffiature frequenti.

    Come coltivare la curcuma in casa: in quale stagione?

    Quando è consigliato piantare il rizoma di curcuma? Tutto l’anno ma il periodo migliore è la primavera, in modo che la pianta abbia di fronte tutta la bella stagione per svilupparsi. Con l’avvicinarsi dell’inverno si potrà notare che i fiori di questa pianta scompariranno e che le foglie si seccheranno.

    Come coltivare la curcuma in casa: i metodi di conservazione

    Raccogliere la radice di curcuma e lasciarla essiccare in un luogo asciutto e ventilato per circa un mese. Poi la si potrà ridurre in polvere con un robot da cucina potente. Questa a si conserva a lungo in barattoli di vetro chiuso, da riporre al riparo dalla luce e da fonti di calore, un accorgimento che dovreste seguire per tutte le spezie, in modo che mantengano al meglio le loro proprietà.