Corniolo: proprietà, benefici e come usarlo

    Corniolo: proprietà, benefici e come usarlo

    Corniolo: proprietà, benefici e come usarlo

    Il corniolo è un albero da frutto presente in Italia e che cresce spontaneamente nel nostro paese. Appartiene alla famiglia delle Cornaceae e lo si può trovare nelle aree boschive degli Appennini. I suoi frutti, chiamati corniole, sono molto simili alle ciliegie anche se il loro sapore è un po’ più aspro e acidulo. Solitamente mostrano una colorazione rossa, ma possono assumere tonalità gialle. Possiede molte proprietà utili e sono ricche di vitamina C e antiossidanti. Ecco tutte le caratteristiche di questi frutti, le proprietà, i benefici per l’organismo e i principali utilizzi.

    Corniolo benefici proprieta e come si usa

    Le proprietà del corniolo

    I frutti di questa pianta possono essere utilizzati in diversi modi; solitamente si consumano crudi, ma vengono adoperati anche come ingrediente da inserire in bevande e prodotti che sfruttano le diverse proprietà del frutto. Contengono infatti vitamina C, caroteni, tannini e possiedono proprietà antiossidanti, astringenti, antipiretiche. Inoltre, può risultare molto utile contro la dissenteria e i disturbi dell’apparato intestinale. Secondo alcuni recenti studi, si possono annoverare anche altre proprietà, tra le quali quelle antinfettive, antimicrobiche, antivirali.

    I benefici del corniolo

    Grazie alle diverse proprietà dei frutti, è possibile trarre molti benefici dal loro utilizzo. Ad esempio, si possono sfruttare le sue proprietà relativa all’apparato intestinale per combattere gli episodi di dissenteria e favorire le regolari funzioni intestinali. Le proprietà antivirali, antimicrobiche e antipiretiche possono essere invece sfruttate per combattere le principali malattie da raffreddamento che possono colpirci durante la stagione invernale, come febbre, influenza, tosse, mal di gola e congestione nasale. Si dimostra infatti molto utile contro gli stati febbrili e secondo recenti studi risultano molto efficaci contro alcune tipologie di batteri resistenti agli antibiotici.

    Come utilizzare il corniolo

    I suoi frutti possono essere adoperati in diversi modi, in base alle necessità. Ad esempio, il decotto può essere utile contro la dissenteria, oppure si possono produrre succhi di frutta ricchi vitamina C e micronutrienti da utilizzare come integratore naturale. Si può produrre della grappa o del liquore da consumare per favorire la digestione. Anche l’uso esterno è possibile, in particolare, i frutti si possono adoperare come decotto per produrre un antirughe naturale, oppure uno scrub per il viso unendo il succo di corniole al miele, al limone e allo zucchero. Amalgamandolo con dell’Aloe vera, infine, è possibile utilizzarlo per farne un impacco per i capelli. Non vi sono particolari controindicazioni o effetti collaterali dovuti all’utilizzo dei frutti di corniolo.

    * Il contenuto riportato è di carattere orientativo a fini informativi: non sostituisce diagnosi e trattamenti medici. Non deve essere utilizzato per prendere decisioni in merito ad assunzione o sospensione di terapie farmacologiche e non può sostituire il parere di un professionista afferente a qualsiasi disciplina medico scientifica autorizzata.