Come depurare la vescica dalle tossine in eccesso: tutti i rimedi naturali

    Come depurare la vescica dalle tossine in eccesso: tutti i rimedi naturali

    La vescica è un organo molto importante e sensibile del nostro corpo e svolge delle funzioni essenziali: immagazzina l’urina per poi eliminarla. Purtroppo non è raro che sia soggetto a diversi disturbi come infiammazioni, infezioni, iperattività e, nei casi più gravi, anche a tumori.

    Esistono tuttavia dei metodi naturali per preservarla dai succitati disturbi e garantirne la salute. L’infezione alle vie urinarie non è dunque un fenomeno raro, anzi; la vescica è un organo molto delicato e le sue pareti reagiscono a tutti gli elementi che l’urina contiene; contenitore di sostanze di scarto e di componenti tossici che devono essere espulsi, può pertanto capitare che le sue pareti si infiammano facilmente e siano cause di infezioni.

    Cistite, incontinenza, vescica iperattiva sono i disturbi più frequenti causati dal cattivo funzionamento di questo importante organo. Ecco cosa fare per evitare che questi fastidi diventino cronici.

    Regola numero uno: liberare la vescica dalle tossine

    Le tossine sono dei composti chimici invisibili, ma se si accumulano eccessivamente nell’organismo possono determinare l’insorgere di disturbi quali mal di testa, stanchezza, gonfiore, allergie ed altri malesseri. Le tossine si trovano nell’aria, nei cibi che mangiamo, possono anche essere prodotte dal nostro organismo, sostanze di scarto di processi metabolici o addirittura come reazione a condizioni di forte stress.

    Esistono tuttavia degli organi preposti alla eliminazione delle tossine in eccesso: si tratta in primis del fegato, dell’intestino, dei reni, dell’apparato respiratorio e della pelle, ‘spazzini’ del nostro corpo. Le sostanze idrosolubili vengono inviate ai reni, che le espellono attraverso l’urina; quelle liposolubili, invece, vengono immesse nell’intestino ed eliminate attraverso le feci.

    Infiammazione della vescica, rimedi naturali: 

    • Non fumare: il tabacco fa molto male, può anche essere causa di tumore alla vescica. Molti dei componenti nocivi della nicotina, infatti, si infiltrano nelle pareti di questo organo, innescando lo sviluppo di tumori;
    • Depurare reni e vescica adottando almeno due volte alla settimana delle sane abitudini quali ridurre al minimo il consumo di sale nei pasti, se possibile arrivando ad eliminarlo del tutto. Evitare di bere caffè, bibite gassate o zuccherate; evitare di mangiare alimenti che contengono troppe proteine; consumare ogni tre giorni solo frutta, verdura, succhi naturali e acqua. Evitare poi la carne, gli alimenti sotto sale, i dolci e le farine raffinate.
    • Bere almeno due litri d’acqua al giorno;
    • Bere succhi di mirtillo, carota e uva. Il primo è indicatissimo per contrastare i problemi della vescica: questi frutti la fortificano e la proteggono da infezioni; la ripuliscono dal calcio, minerale che spesso si sedimenta e danneggia i reni, provocando l’accumulo di tossine nella vescica e quindi infezioni alle vie urinarie e, nel peggiore dei casi, causa di calcoli renali. Il succo di carota è invece ideale per purificare il sangue e alleggerire il lavoro dei reni; quello d’uva, ottima fonte di minerali, aiuta ad eliminare l’acido urico e regolarizza la frequenza cardiaca.
    • Frullato ad alto contenuto di potassio, ecco come: aggiungete in acqua una carota, degli spinaci, un pezzetto di sedano e un po’ di prezzemolo frullati. Creerete così una bevanda, ottimo depuratore naturale per reni e vescica;
    • Mangiare anguria: frutto diuretico per antonomasia, l’anguria regolarizzerà tutto l’apparato urinario facilitando il lavoro dei reni. Usate questo frutto estivo per preparare succhi e macedonie;
    • Clorofilla: la trovate in erboristeria o in pasticca, sottoforma di integratore alimentare, trattamento ideale per curare e depurare la vescica e migliorare il sistema immunitario. Va assunta almeno per 5 giorni consecutivi al mese.

    Altri alimenti consigliati per depurare la vescica

    Sì ad asparagi, spinaci, sedano e barbabietola, i primi dotati di proprietà diuretiche che stimolano il funzionamento dei reni, favorendo l’eliminazione delle tossine attraverso l’urina; il sedano ottimo se aggiunto alle insalate oppure assunto come infuso, ha altresì un’azione diuretica. La barbabietola, infine, disintossica i reni.