Depurarsi con il carciofo: 5 metodi efficaci

    Depurarsi con il carciofo: 5 metodi efficaci

    Il carciofo è un ortaggio di origine mediterranea, noto fin dai tempi antichi e il cui nome volgare deriva dal neo-latino ‘Articactus’. Il suo consumo è diffuso in Italia, Francia e Spagna, mentre è poco conosciuto negli Stati Uniti e in altri continenti. Il carciofo è un alimento utile alla depurazione e alla regolazione del flusso biliare. Può essere consumato come tisana drenante poiché combatte la ritenzione idrica e la cellulite. A beneficiarne è soprattutto il fegato, ma non solo. Il carciofo favorisce il metabolismo e regola la presenza di colesterolo cattivo. Questo ortaggio può essere usato in tanti modi diversi, mediante i quali è possibile ottenere vantaggi per il nostro corpo.

    Tisana drenante al carciofo

    Uno dei principi attivi più utili del carciofo è la cinarina, presente nelle sue foglie. Grazie a queste è possibile preparare una tisana drenante, utile contro la ritenzione idrica, i radicali liberi e la cellulite. Per prepararla è sufficiente portare l’acqua a ebollizione e immergere 100 grammi di foglie di carciofo per una decina di minuti. Lasciare raffreddare e consumare la bevanda nell’arco della giornata, aiuta a disintossicarsi e a depurare il fegato.

    Ti piace questo articolo?
    Diventa fan della pagina RIMEDI NATURALI
    Per rimanere sempre aggiornato.

    Tintura madre di carciofo

    La tintura madre è molto utile durante il cambio di stagione, in quanto contiene tutti i principi attivi dell’ortaggio. Abbassa i livelli di zuccheri nel fegato e nella cistifellea, combatte la ritenzione idrica e la cellulite, inoltre aiuta l’organismo a disintossicarsi dalle tossine e a sentirsi più leggeri. Anche in questo caso si consiglia un consumo limitato e nell’arco della giornata.

    Tisana per la pelle

    Di questo ortaggio è possibile sfruttare anche altre proprietà di cui può beneficiare la nostra pelle. Con una tisana detox, ad esempio, il carciofo aumenta le sue proprietà anti invecchiamento e antiossidanti. Basta portare l’acqua a ebollizione, immergere delle foglie e lasciarle in infusione per almeno una decina di minuti.

    Consumarlo come pietanza in cucina

    Ovviamente, il carciofo, in quanto ortaggio, è molto buono anche sulla tavola. Questo alimento è infatti ricco di sali minerali, fosforo, potassio e calcio, sostanze nutritive utili a depurare l’organismo e, in special modo, il fegato. Per il suo sapere è perfetto da fare ripieno o come accompagnamento ad altri cibi ed è perfetto nella cucina crudista.

    Maschera di bellezza

    Come già sottolineato, il carciofo è molto utile anche per la pelle. Migliora il metabolismo, stimola efficacemente le normali funzioni intestinali, renale ed epatiche. Aiuta lo stomaco durante la digestione e non solo. È possibile creare anche una maschera di bellezza con questo ortaggio. È sufficiente bollirlo in acqua calda, drenare il contenuto – l’acqua con cui è stato portato a ebollizione può essere usata in cucina – e mischiarlo ad argilla bianca o blu, o ancora con del miele e dello yogurt.

    * Il contenuto riportato è di carattere orientativo a fini informativi: non sostituisce diagnosi e trattamenti medici. Non deve essere utilizzato per prendere decisioni in merito ad assunzione o sospensione di terapie farmacologiche e non può sostituire il parere di un professionista afferente a qualsiasi disciplina medico scientifica autorizzata.