Dieta disintossicante e dimagrante: consigli utili

    Dieta disintossicante e dimagrante: consigli utili

    Dieta disintossicante e dimagrante: come sgonfiarsi dopo le abbuffate estive

    Vacanze, relax, cene, aperitivi, condivisione: durante le ferie estive ci si lascia andare, non si è poi tanto regolari nei consueti orari che scandiscono la routine invernale e lavorativa, ed anche a tavola spesso si perdono i freni inibitori.

    Risultato? A settembre spesso ci si sente appesantiti, la bilancia segna qualche chilo in più e quindi … bisogna correre ai ripari! Il rimedio ideale per risolvere il problema è quello di seguire una dieta depurativa, disintossicante e dimagrante, finalizzata a farci espellere le sostanze tossiche presenti nel sangue, immagazzinate mangiando in maniera sregolata, figlie di troppi eccessi.

    Dieta depurativa: cosa mangiare nei tre pasti principali della giornata

    Cosa mettere a tavola rigorosamente almeno per una-due settimane? Certamente fruttaverduracereali e noci, anzitutto, alimenti nutrienti e ricchi di fibre solubili, che favoriscono lo smaltimento dei “rifiuti” dell’organismo, e in poco tempo vi faranno sentire come sgonfiati, più tonici e leggeri. Questo genere di alimenti infatti contrasta la costipazione e rende regolari le funzioni intestinali, fattore importantissimo se ci si vuole sentire in salute e in forma.

    Altra regola di grande importanza: bere tanta acqua, per drenare l’organismo e depurarsi. La dieta disintossicante per essere efficace deve essere rispettata nei tre pasti principali della giornata: colazione, pranzo e cena. Un apporto giornaliero di circa 1200 calorie, che non comporta grandi rinunce e dà risultati soddisfacenti in breve tempo. Ma attenzione: categoricamente banditi i grassi, le fritture, e i dolci.

    Per la prima colazione: a stomaco vuoto appena alzati, bere uno o due bicchieri di acqua tiepida con succo di limone, ancor meglio se con l’aggiunta di zenzero. Poi mangiare cibi quali frutta fresca di stagione, latte scremato oppure yogurt, cereali e pane integrale; semi di zucca e semi di chia sulle insalate di verdure, e sì alla frutta secca (3 mandorle o noci) che fornisce proteine, minerali e acidi grassi essenziali benefici per l’organismo.

    Per i pasti principali (pranzo e cena) prediligere alimenti e bevande antiossidanti come carote, noci, miele, peperoni, mandorle e tè verde; frutta e verdura (cruda o cotta, condita con aceto e/o un filo di olio extravergine) dalle proprietà drenanti come ad esempio i carciofi e l’ananas, i cetrioli e il sedano. L’apporto di fibre e il giusto nutrimento sono poi dati dal pane, pasta, riso e altri cereali integrali cucinati in modo leggero e senza l’aggiunta di salse piccanti o troppo elaborate. Sì anche a cereali privi di glutine come quinoa, riso, grano saraceno e mais, ma non tutti i giorni.

    Anche la zuppa di fagioli e patate, cotta con dado vegetale, cipolle e carote, è consentita; così pure quella di lenticchie, soia e carote. Bene anche il riso integrale con verdure e frutti di mare e la zuppa di pesce. Consigliatissime le bevande detox allo zenzero, limone e curcuma, ad esempio. Per una depurazione efficace è consigliata una bevanda preparata con acqua, sciroppo d’acero, succo di limone e cannella, magari al posto di un pasto in un giorno della settimana deputato al ‘digiuno depurativo’.