Dieta mediterranea: qual è la settimana tipo?

    Dieta mediterranea: qual è la settimana tipo?

    La dieta mediterranea è incentrata su una corretta scelta degli alimenti, mentre l’aspetto calorico va in secondo piano. Si tratta di uno stile alimentare molto sano che vieta di saltare la colazione, privilegia i carboidrati, accanto alla carne bianca e al pesce (3-4 volte alla settimana), che non vanno mai consumati insieme ai latticini, i legumi (con forte potere saziante e ridotta quantità di grassi). Nella dieta mediterranea si riducono i grassi saturi a favore di quelli vegetali insaturi, si tiene sotto controllo il colesterolo e si aumenta il consumo di fibra.

    Leggi anche: Tutte le news di ViviPuro

    Dieta mediterranea: cosa è?

    Positiva sotto ogni aspetto, la dieta mediterranea rappresenta anche un patrimonio storico, simbolo di una cucina semplice, piena di sapori apprezzati in tutto il mondo. La breve cottura esalta tutti le qualità nutritive dei prodotti. Incrementando la dose di cereali, si ottiene una dieta davvero equilibrata.

    Dieta mediterranea: la piramide alimentare

    L’aspetto fondamentale della Dieta mediterranea è la modesta quantità di ogni porzione. Queste le equivalenze per ogni porzione di alimento

    • una fetta di pane: 25 grammi
    • 100 grammi di patate
    • metà tazza (50-60 grammi) di pasta o riso
    • una tazza di ortaggi a foglia o mezza tazza di altri vegetali, cotti o tritati (circa 100 grammi della maggior parte dei vegetali)
    • una mela (80 grammi), una banana (60 grammi), un’arancia (100 grammi), 200 grammi di melone o anguria, 30 grammi di uva
    • una tazza di latte o di yogurt
    • 30 grammi di formaggio
    • circa 60 grammi di carne magra o pesce
    • una tazza (circa 100 grammi) di fagioli secchi cotti
    • porzione di vino rosso un bicchiere (circa 10 ml di alcool)

    La dieta mediterranea deve essere considerate nella sua globalità, poiché le analisi multivariate effettuate dimostrano che gli effetti favorevoli sulla salute non derivano dall’assunzione di un singolo componente o nutriente; soltanto l’olio di oliva sembra avere un ruolo specifico proprio