Digitale: proprietà e benefici per il cuore

    Digitale: proprietà e benefici per il cuore

    Digitale: proprietà e benefici per il cuore

    La digitale è una pianta erbacea biennale appartenente alla famiglia delle Scrophulariaceae. I fusti possono raggiungere un’altezza fino a 150 centimetri. I fiori sono disposti in grappoli terminali, tubulari e pendenti e mostrano una colorazione generalmente purpurea, anche se esistono varietà con colori gialli, rosa o bianchi. Il frutto è a forma di capsula e contiene numerosi semi. Questa pianta preferisce i luoghi freschi, i boschi e le zone montane, anche se è possibile trovarla allo stato selvatico sui terreni aridi. Ecco dunque tutte le sue caratteristiche, le proprietà, i benefici e le controindicazioni alle quali fare attenzione.

    Digitale proprieta e benefici per il cuore

    Le proprietà e i benefici della digitale

    Questa pianta, in particolare le sue foglie, contiene glicosidi come digitossina e digossina, responsabili della proprietà cardiotonica. I due principi attivi sono in grado di aumentare la forza di contrazione del muscolo cardiaco e diminuire il numero delle contrazioni: in questo modo la gittata cardiaca aumenta e migliorano tutte le funzionalità del cuore e del sistema cardiocircolatorio. Dunque, se il dosaggio adoperato è quello corretto, questa pianta ha la capacità di aumentare i battiti cardiaci estinguendo i sintomi dell’insufficienza cardiaca. Inoltre, si riassorbono gli edemi e si regolarizza la diuresi.

    Digitale: attenzione agli effetti

    La ditigale è una pianta abbastanza pericolosa, in quanto il sovradosaggio può comportare anche la morte. Ciò accade proprio a causa dei principi attivi, come digossina e digitossina. Se la dose venisse aumentata anche solo lievemente, i rischi sarebbero comunque alti. Infatti, nelle terapie si utilizzano dosaggio al 50-60 per cento più bassi rispetto alla dose mortale. Un’intossicazione dovuta a questa pianta generalmente si manifesta con i seguenti sintomi: visione azzurra o gialla con la comparsa di aloni confusi, nausea, bradicardia, vomito, tachicardia, diarrea, fibrillazione. Inoltre, è possibile che insorga il blocco atrio-ventricolare in grado di comportare l’arresto cardiaco e quindi la morte.

    Controindicazioni ed effetti collaterali

    Come abbiamo visto, gli effetti collaterali dovuto a un sovradosaggio di questa pianta sono molti e per questi motivi bisogna fare molta attenzione e non si utilizza mai sotto forma di tisana o infuso fai da te. Di norma se vogliamo utilizzare questa pianta per affezioni o altri disturbi, dobbiamo recarci in farmacia e utilizzarla come farmaco già pronto all’uso. La sua elevata tossicità, infatti, non ci consente di conoscere perfettamente i dosaggi e per questo motivo si consiglia caldamente di recarsi da uno specialista o da un medico e di evitare assolutamente la produzione fai da te.

    * Il contenuto riportato è di carattere orientativo a fini informativi: non sostituisce diagnosi e trattamenti medici. Non deve essere utilizzato per prendere decisioni in merito ad assunzione o sospensione di terapie farmacologiche e non può sostituire il parere di un professionista afferente a qualsiasi disciplina medico scientifica autorizzata.