Disturbi del sonno: tisane, esercizi, abitudini e rimedi per combatterli efficacemente

    Disturbi del sonno: tisane, esercizi, abitudini e rimedi per combatterli efficacemente

    L’ora è tarda, tutti intorno a voi riposano tranquillamente, ma voi non fate altro che girarvi e rigirarvi nel letto senza sosta? L’insonnia, disturbo serio che non va per nulla sottovalutato, può essere combattuta con alcuni semplici rimedi, facili e vincenti: ecco come godersi una bella notte di sonno rigenerante ed essere pronti ad affrontare al meglio una dura giornata piena di impegni e responsabilità.

    1- Respirare correttamente: mai ignorare il potere calmante e terapeutico di una corretta respirazione. Questo esercizio, che vi aiuterà a rilassarvi totalmente abbandonando tutti i pensieri e lo stress accumulato durante il giorno, può essere eseguito prima di addormentarsi oppure in giornata. Sdraiatevi sul letto e posate la mano destra sull’addome e la sinistra sul petto, concentrando la vostra attenzione sulla respirazione. Osservando come l’aria entra attraversa il naso, riempie i polmoni e gonfia l’addome, per poi uscire dal vostro corpo lentamente, cercate di respirare profondamente e senza fretta;

    2- Ascoltare della musica: una melodia rilassante e distensiva, sostituita ad una partita di calcio in tv oppure un programma, darà beneficio e sollievo ai vostri disturbi del sonno, aiutando a placarli. Basterà spegnere tutte le luci e lasciarsi trasportare da intensità, ritmi e timbri differenti;

    3- Visualizzare qualcosa di rilassante: abbandonando il vecchio rimedio di contare le pecorelle, stimolare la vostra immaginazione vi aiuterà a ritrovare e mantenere il sonno. Il tutto attraverso visualizzazioni di situazioni che trovate estremamente rilassanti, come una passeggiata in riva al mare al tramonto, oppure nel bel mezzo di un bosco sperduto nel verde. Usando la tecnica della visualizzazione prima di addormentarvi, accompagnata da un respiro lento e tranquillo, percepirete benefici immediati;

    4- Esercizi contro l’insonnia: sedentarietà e pancia troppo piena sono cattive consigliere per una buona dormita, perciò durante il giorno praticate con regolarità attività fisica ed evitate di riempirvi eccessivamente prima di coricarvi, per non affaticare il vostro metabolismo e di conseguenza la fase di riposo: lo yoga è un vero toccasana in questo senso;

    5- Rimedi fitoterapici: sono molte le piante con caratteristiche rilassanti che potrete utilizzare per una tisana contro l’insonnia, tra cui la Melissa, indicata per la tensione nervosa che colpisce il sistema muscolare, la Passiflora, le cui foglie svolgono un’azione sedativa e ansiolitica, il Biancospino e il Tiglio agiscono invece come spasmolitici e sedativi con un’azione ipotensiva sul sistema cardiocircolatorio,  in grado di ridurre tachicardia, palpitazioni ed angoscia. Piante invece che inducono il sonno sono la nota Valeriana, le cui radici hanno proprietà rilassanti e ipnoinducenti,  l’Escolzia che abbrevia il periodo dell’addormentamento e minimizza i risvegli improvvisi ed il Luppolo, i cui fiori secchi possono essere cuciti in un cuscino per aiutare a diminuire i disturbi del sonno;

    6- Aromaterapia: esistono infine una serie di oli essenziali in grado di facilitare il sonno e mantenerlo prolungato, migliorandone persino la qualità. L’olio essenziale di lavanda concilia il sonno, è molto utile per i bambini sovraeccitati, che trovano difficoltà ad addormentarsi in quanto calma ansia, agitazione e nervosismo; l’olio essenziale di bergamotto è in grado di calmare il sistema nervoso, mentre l’olio essenziale di basilico è indicato in caso di affaticamento mentale. Questi oli possono essere usati per diffusione ambientale (1 goccia per mq della stanza da letto), per bagni rilassanti (10 gocce nella vasca) oppure per massaggi aromaterapici (5-7 gocce in un olio vegetale).