Dormire bene: consigli e rimedi naturali

    Dormire bene: consigli e rimedi naturali

    Moltissime persone sono affette da insonnia e faticano a riposarsi adeguatamente durante la notte. Questo porta ad irritazione e capacità di concentrazione durante il giorno, oltre ad un accumulo di stress che impedisce di vivere bene. Ecco perché è importante prendersi cura del proprio sonno, conoscere le cause del nostro dormire male e anche i rimedi naturali per porvi rimedio.

    dormire bene

    Sonno, a cosa serve

    Tutti gli esseri viventi hanno bisogno di dormire. Il sonno è una necessità fisiologica senza la quale non si potrebbe sopravvivere. Questo perché, mentre si dorme, nel nostro cervello si avviano dei meccanismi di autopulizia, volti a eliminare i rifiuti trasportati dal flusso sanguigno. Alcune ricerche sulla fase del sonno hanno dimostrato che, mentre si dorme, una rete di canali, nota come sistema glinfatico, viene attraversata dal liquido cerebrospinale. Questo percorre il tessuto del cervello e lo disintossica dal materiale di scarto. Anche per questo, più il cervello è sviluppato, più è necessario dormire, come conferma la differenza di ore di sonno media tra uomo e animali. Senza il consueto periodo di sonno, le capacità mentali si riducono e riscontriamo maggiori difficoltà di concentrazione durante la veglia.

    Insonnia, quali sono le cause

    L’insonnia è un male molto comune. C’è chi ne soffre nella fase iniziale del sonno, chi durante, con frequenti risvegli nel cuore della notte, chi dopo, anticipando la veglia e non riuscendo più a dormire. L’insonnia può anche essere transiente, cioè temporanea, quando dura meno di una settimana, o cronica, dal mese in su. Le cause dell’insonnia sono tra le più svariate. Tra le più gravi ci sono quelle legate ad ipertiroidismo, disturbi bipolari, ma anche dolori artritici, nevralgie, asma, disturbi gastrici. In genere, però, le cause sono di natura psicologica, legate a stress sociale, depressione, pensieri ricorrenti. Ma anche allergie alimentari, uso di sostanze eccitanti come caffeina o teina, o utilizzo di schermi di pc e telefonini che disturbano la capacità di prendere sonno.

    Metodi naturali per dormire bene

    Chi non sopporta trovarsi a letto e rigirarsi senza sosta per ore, troverà molto utile seguire alcuni di questi consigli per dormire bene. Prima di andare a letto, ci sono alcune bevande e infusi che possono aiutare a conciliare il sonno e passare una notte riposante. Oltre alle sempreverdi camomille o ad una tazza di latte caldo, che ha proprietà sedative, si può fare affidamento a questi rimedi naturali:

    • Biancospino
    • Valeriana
    • Melissa
    • Passiflora
    • Luppolo
    • Tiglio
    • Escolzia
    • Papavero

    Queste erbe saranno molto utili per chi soffre di insonnia legata a cause psicologiche. L’azione sedativa dei citati prodotti naturali è usata da molti secoli e ancora oggi rappresenta un ottimo alleato per conciliare il sonno.

    Cosa evitare se si soffre di insonnia

    Come consiglio di massima, è utile non sovraeccitare il nostro cervello con stimoli eccessivi, come ad esempio film adrenalici o horror. Più riusciamo a calmare i nostri pensieri prima di andare a letto, maggiore sarà la possibilità di dormire bene. Una buona lettura prima di andare a letto rilassa la mente e aiuterà a prendere sonno. Chi ne ha la possibilità, troverà invece utile rilassarsi facendo due passi nella natura.

    la prova del cuoco ricette

    Infine, meglio sempre evitare di mangiare troppo durante la cena, rimanere leggeri e comunque non andare a letto poco tempo dopo il pasto. Ci sono alcuni alimenti che sarebbe bene evitare la sera, Tra questi sono sconsigliati:

    • Cioccolato, in quanto stimolante naturale che eccita il sistema nervoso
    • Formaggi e grassi animali, ricchi di tiramina e altri stimolanti
    • Crauti e melanzane
    • Carboidrati, quindi pane, pasta, biscotti, che è meglio lasciare da parte o consumarne pochi
    • Zuccheri raffinati

    Altri metodi per dormire bene: musica e meditazione

    Oltre a ciò che assumiamo per via orale, è possibile raggiungere la tranquillità e stimolare la sonnolenza con metodi alternativi. Uno di questi, diffusamente consigliato, è l’ascolto di musica rilassante, con suoni ambient che riproducono scenari naturali, o musiche indicate per la meditazione. Se sapete di avere difficoltà a prendere sonno, mettetevi comodi nella vostra stanza ascoltando questi suoni, magari facendo attenzione anche al respiro.

    Questo è il metodo utilizzato proprio nella meditazione. Attraverso input sonori rilassanti e la concentrazione sul respiro, si calma la mente e la si libera da pensieri opprimenti. La stessa pratica meditativa profonda ha effetti benefici simili a quelli apportati dal sonno. Chi non è pratico della tecnica potrà comunque utilizzare i suoi principi per rasserenare la mente e conciliare il sonno, concentrandosi non sul lavoro o i problemi, ma provando a silenziare la mente.

    photo credit: susivinh 35/52 – Dream a little dream… By the beautiful south via photopin (license)

    photo credit: Monkey Mash Button Feb 1 via photopin (license)