Garcinia Cambogia: serve davvero per dimagrire?

    Garcinia Cambogia: serve davvero per dimagrire?

    La Garcinia Cambogia è un ingrediente che ha già scatenato parecchio trambusto da quando è arrivato sul mercato Occidentale – specialmente in forma di integratori. Le sue presunte proprietà dimagranti sono state al centro di dibattito fino ad oggi. Ecco il punto della situazione sugli effettivi benefici di questa pianta che arriva dall’Oriente.

    Garcinia Cambogia: che cos’è

    La Garcinia Cambogia è una pianta che cresce in climi subtropicali, originaria dell’Indonesia. Fa parte della famiglia delle Clusiacee, ed è inserita in alcune diete per le sue proprietà dimagranti. Quello che si utilizza della pianta a questo fine è la buccia del frutto, ricca di acido idrossicitrico, responsabile degli effetti sull’organismo riconducibili al dimagrimento.

    Serve davvero per dimagrire? Ricerche e studi

    Il frutto della Garcinia è sfruttato a fini alimentari e terapeutici da diverso tempo, in particolar modo nella zona del sud est asiatico. Le sue supposte proprietà come dimagrante hanno oltrepassato i confini geografici, e da qualche tempo anche in Occidente si è raccolto interesse intorno ad esso. Gli studi a riguardo hanno però messo in luce aspetti discordanti. Ancora, quindi, non esiste una verità oggettiva sui suoi possibili effetti dimagranti. L’EFSA, l’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare, è stata chiamata ad esprimersi per mettere un po’ di chiarezza. Ancora, tuttavia, non si ha un suo riscontro ufficiale. In linea di massima, gli esperti mettono in guardia sull’affidarsi ai singoli prodotti per dimagrire. Nessuno di essi ha, in sé, proprietà talmente determinanti da far perdere magicamente chili in eccesso. L’unico metodo consigliato e approvato è l’incremento dell’attività fisica ed un bilanciamento alimentare adeguato. Bisogna dire, infine, che la Garcinia Cambogia è difficile trovarla in vendita sotto forma di frutto. Quelli che vengono venduti sono integratori che contengono il suo acido idrossicitrico. Tuttavia, all’interno di questi integratori sono quasi sempre presenti altri ingredienti, come zinco, cromo ed altri sali minerali. Questi, si sa, aiutano effettivamente il nostro metabolismo nel bruciare grassi ed assimilare carboidrati. Ma fare affidamento solo a degli integratori per dimagrire non è una corretta pratica da seguire.

    Come funziona la Garcinia Cambogia sull’organismo

    Chi invece la vede come strumento utile al dimagrimento, si basa su alcuni effetti della sua assunzione. Come si diceva in precedenza, il principale fautore di questi effetti di dimagrimento è l’acido idrossicitrico, o HCA. Il nostro corpo, quando introduciamo zuccheri o grassi in eccesso, li trasforma in adipe. Questo avviene per mezzo di alcuni enzimi presenti nell’organismo. L’HCA va ad agire su uno di questi, la citricolasi, ‘bloccandolo’ nel suo lavoro. In questo modo, gli zuccheri in più vengono convertiti in energia e non in grasso. Un meccanismo che permette di raggiungere un maggiore senso di sazietà, ma anche di bruciare una maggiore quantità di grassi quando si fa attività fisica o diete ipocaloriche. In definitiva, l’assunzione di Garcinia permette di diminuire l’assimilazione di zuccheri e carboidrati e di limitare l’appetito, favorendo questo senso di sazietà. Ciò è quanto hanno evidenziato gli studi fino ad ora, anche se non è ancora chiaro il meccanismo che porta a queste sensazioni nei soggetti. Anche perché, nei diversi esperimenti, non tutti i soggetti reagivano allo stesso modo. Alcuni di essi, infatti, non riscontravano questa sensazione dopo l’assunzione della Garcinia. Alla luce di queste evidenze, è necessario aspettare ulteriore ricerca alimentare per poter definire la Garcinia un alleato utile contro la perdita di peso.

    photo credit: jeevs IMG_3713 via photopin (license)

    photo credit: macloo This is a future mangosteen via photopin (license)