Gastrite: consigli utili e rimedi efficaci per combatterla

    Gastrite: consigli utili e rimedi efficaci per combatterla

    La gastrite è un disturbo molto comune e fastidioso che può avere diverse cause. Consiste nell’infiammazione della mucosa che riveste le pareti interne dello stomaco. La sua insorgenza aumenta con l’avanzare dell’età e con il tempo i diversi fattori scatenanti possono danneggiare le pareti dello stomaco. I succhi gastrici altamente acidi riescono a penetrare la mucosa infiammando la parete dello stomaco. La gastrite può essere acuta o cronica in base ai casi e alla gravità dei sintomi.

    Le cause della gastrite

    I fattori di rischio e le cause della gastrite possono essere tante, tra quelle più comuni troviamo l’abuso di alcolici, che erodono la mucosa gastrica, l’abuso di caffè, che può aumentare la produzione di succhi gastrici, il fumo di sigarette, l’assunzione prolungata di alcuni medicinali come quelli steroidei e cortisonici, cibi piccanti, spezie, cioccolata, lo stress e l’ansia. Anche il batterio Helycobacter Pylori può causare la gastrite o, in casi rari, la presenza di malattie autoimmuni, malattie epatiche, renali e polmonari gravi.

    Sintomi della gastrite

    Vi sono alcuni sintomi caratteristici di questo disturbo grazie ai quali può essere facilmente identificato. Tra questi ci sono: bruciore di stomaco, reflusso gastroisofageo, crampi, alitosi, nausea, digestione pesante, vomito. Nei casi in cui la gastrite diventa cronica, possono comparire altri sintomi, come quelli del colon irritabile, diarrea, gonfiori addominali, coliche e stipsi. In casi molto gravi possono comparire anche tachicardia, labirintite e asma. Se non opportunamente curata, la gastrite può dare luogo all’ulcera, una delle complicazioni più comuni. In casi estremamente gravi, anche il cancro allo stomaco.

    Rimedi naturali contro la gastrite

    Esistono diversi rimedi naturali per combattere efficacemente la gastrite e attenuare i sintomi più dolorosi. Acqua di cocco: ha proprietà emollienti e antinfiammatorie, utile per la mucosa gastrica. Malva: un infuso o tè a base di malva è molto efficace in quanto ricca di mucillagini, che proteggono le pareti dello stomaco. Succo di cavolo: ricco di glutammina, un amminoacido in grado di favorire la rigenerazione della mucosa gastrica. Liquirizia: può essere assunta in pillole, o masticando le sue radici, il suo effetto è protettivo e lenitivo.

    Cibi da evitare e regole da seguire

    Vi sono alcuni cibi che sarebbe meglio evitare di consumare se si soffre di gastrite. Tra questi, le pietanze fritte, alcolici, aceto, caffè, carni rosse, carni troppo grasse, bibite gassate, pomodoro, agrumi, ananas, cipolla cruda, castagne e cioccolata. Bisogna, inoltre, evitare di saltare i pasti, poiché lo stomaco, se vuoto, viene maggiormente danneggiato dai succhi gastrici. In questi casi sarebbe buona norma fare piccoli pasti durante l’arco della giornata.

    * Il contenuto riportato è di carattere orientativo a fini informativi: non sostituisce diagnosi e trattamenti medici. Non deve essere utilizzato per prendere decisioni in merito ad assunzione o sospensione di terapie farmacologiche e non può sostituire il parere di un professionista afferente a qualsiasi disciplina medico scientifica autorizzata.