Gommage del viso: cos’è e come si fa

    Gommage del viso: cos’è e come si fa

    Gommage del viso: cos’è e come si fa

    Una pulizia regolare della pelle del viso è essenziale al fine di eliminare tutte le impurità e le cellule morte. Ne esistono di diversi tipi, alcune delle quali più aggressive di altre. Una tra le meno invadenti è senz’altro il gommage, un trattamento esfoliante e in grado di donare numerosi benefici alla pelle. Seppure il principio sia lo stesso, il gommage è molto diverso dallo scrub. Viene utilizzato con l’ausilio di agenti idratanti e dalla consistenza cremosa, con dosi molto limitate di microgranuli sottili. In questo modo l’effetto abrasivo risulta molto più leggero e adatto anche alle pelli più delicate. Ecco tutte le sue caratteristiche.

    Gommage come si fa e cos e

    Gommage: come si usa

    Prima di applicarlo sul viso, è necessario ricordarsi di pulire la pelle dal trucco, cercano di far dilatare i pori, magari con l’ausilio del vapore acqueo. Il gommage va applicato sul viso delicatamente, compiendo massaggi circolari via via sempre più grandi. Le aree interessate, ovviamente, sono quelle della cosiddetta zona T: naso, mento e fronte. Per il contorno degli occhi, invece, è necessario fare attenzione e distanziarsi il meglio possibile dal bulbo oculare. Questo a causa della presenza dei microgranuli sottili. Il composto ha la consistenza di una crema. Dopo averla lasciata per alcuni minuti, bisogna procedere al risciacquo del viso, possibilmente con acqua tiepida. È necessario pulire con cura al fine di lasciare la pelle liscia e luminosa. Il gommage può essere utilizzato una volta a settimana.

    Gommage fatto in casa: ricetta

    Prima di andare a comporre la crema, bisogna capire qual è la nostra tipologia di pelle. Se abbiamo la pelle secca, ad esempio, bisogna evitare i composti aggressivi e utilizzarne uno più leggero e con ingredienti nutrienti, due di questi possono essere lo yogurt bianco naturale per una parte e le due ultime parti di zucchero a velo. In caso si abbia la pelle grassa, saranno invece necessari ingredienti con forti proprietà astringenti. In questo caso la crema potrebbe avere questa composizione: una parte di yogurt bianco, due parti di zucchero a velo e succo di limone. C’è poi un’altra variante che può essere applicata a molti tipi di pelle, questa crema può avere proprietà astringenti e nutrienti o adattarsi perfettamente alle caratteristiche della pelle se alcune zone risultano più sensibili di altre. La crema, in questo caso, dovrà essere a base di tre dosi di olio di mandorle, due dosi di miele e due dosi di zucchero a velo o di canna fine.

    * Il contenuto riportato è di carattere orientativo a fini informativi: non sostituisce diagnosi e trattamenti medici. Non deve essere utilizzato per prendere decisioni in merito ad assunzione o sospensione di terapie farmacologiche e non può sostituire il parere di un professionista afferente a qualsiasi disciplina medico scientifica autorizzata.