Influenza gennaio 2017: sintomi e rimedi naturali, picco superato e anziani i...

    Influenza gennaio 2017: sintomi e rimedi naturali, picco superato e anziani i più colpiti

    Influenza gennaio 2016/2017: sintomi e picco in diminuzione

    L’aggressività dell’influenza 2017 quest’anno si è fatta sentire, sono infatti circa 3,4 milioni le persone contagiate in questi mesi, ma il picco sembra ormai superato anche se giunto con quasi un mese di anticipo rispetto allo scorso anno. Tra i più colpiti ci sono gli anziani, con 19 decessi registrati e più di 80 casi gravi segnalati, l’età media è di 71 anni. Tra i sintomi dell’influenza da non trascurare assolutamente troviamo: mal di testa, febbre oltre i 38 gradi, dolori articolari e muscolari, inappetenza, spossatezza, nausea, vomito, diarrea ai quali si aggiungono sintomi respiratori come mal di gola, tosse, raffreddore e congestione nasale. Inoltre, come sottolineano gli esperti, passato il picco sono in arrivo i virus gastrointestinali ai quali bisogna fare comunque attenzione.

    ->INFLUENZA STAGIONALE 2016/2017: TUTTI GLI AGGIORNAMENTI E LE INFORMAZIONI UTILI PER PREVENIRLA

    Influenza gennaio 2016/2017: categorie a rischio e vaccini disponibili

    Tra le categorie a rischio sulle quali porre maggiore attenzione vi sono gli anziani sopra i 65 anni, con almeno 19 casi di decesso confermati quest’anno, i bambini sotto i sei anni, le donne oltre il terzo mese di gravidanza e i soggetti affetti da altre patologie croniche o gravi come tumori, Hiv, insufficienza renale, problemi cardiovascolari e infiammazioni croniche. Da ottobre 2016 sono disponibili tre diverse tipologie di vaccino, suddivise in base alla fascia d’età. Questi sono il Vaccino Split, il Vaccino Adiuvato e il Vaccino Intradermico. Particolare attenzione dev’essere dedicata ai bambini: come hanno più volte sottolineato gli esperti, possono veicolare con più facilità il contagio agli altri membri della famiglia.

    Influenza gennaio 2016/2017: rimedi naturali efficaci e come prevenire i sintomi

    L’influenza, anche se il picco è in diminuzione, è ancora in circolo e il contagio può avvenire in maniera molto semplice e rapida. Per questo motivo, soprattutto se vi sono in casa categorie a rischio, è bene prendere alcuni accorgimenti al fine di evitare nuovi contagi o, nel caso, attenuare la sintomatologia. Innanzitutto, bisogna lavarsi abbondantemente le mani subito dopo essere rientrati in casa. Disinfettare i sanitari e areare i locali almeno una volta al giorno per consentire il ricambio dell’aria. È consigliabile vestirsi a strati quando si esce, in modo tale da evitare gli sbalzi di temperatura. Vi sono anche alcuni cibi da evitare come caffè, bevande gassate e zuccherate. Alcuni rimedi naturali efficaci sono i sufflamigi a base di eucalypto, foglie di menta e timo e tisane calde. Inoltre si deve consumare molta frutta e verdura ed evitare la disidratazione in caso di contagio.

    * Il contenuto riportato è di carattere orientativo a fini informativi: non sostituisce diagnosi e trattamenti medici. Non deve essere utilizzato per prendere decisioni in merito ad assunzione o sospensione di terapie farmacologiche e non può sostituire il parere di un professionista afferente a qualsiasi disciplina medico scientifica autorizzata.