La dieta per proteggersi dai malanni invernali

    La dieta per proteggersi dai malanni invernali

    Combattere i malanni invernali con la dieta dell’uva

    La dieta dell’uva di tre giorni si basa sull’aumento del consumo del frutto in tempi brevi e la riduzione drastica di alimenti più elaborati, ricchi di proteine e grassi, alimenti intossicanti e altra frutta o verdura. Come funziona? La cura dell’uva di tre giorni comincia in pratica con 500 grammi consumati nel corso della prima giornata, successivamente un quantitativo intorno ai due chili, al massimo due chili e mezzo, il terzo giorno. Inoltre, bisogna eliminare gli alimenti che vengono digeriti con difficoltà, cioè quelli troppo ricchi di protidi e grassi, le bevande che non siano acqua o tisane (vino, birra, liquori, tè, caffè) e tutte le verdure crude e l’altra frutta.

    Cosa mangiare in autunno per la dieta? 

    Nello specifico, ci sono 10 ‘super-alimenti’ che la stagione autunnale vi offre e che non dovrebbero mai mancare dalla vostra tavola; ad affermarlo sono vari esperti di nutrizione americani, che hanno reso noti alcuni consigli per restare in forma e in salute.

    Ecco il prezioso elenco:

    • Pere;
    • Zucca;
    • Cavolfiore;
    • Broccoli;
    • Cavoletti di Bruxelles;
    • Rape;
    • Melograno;
    • Mele;
    • Zucchine;
    • Butternut squash (un incrocio tra zucchine e zucche)-

    Cibi salutari che purificano l’organismo dopo l’estate e lo fortificano per affrontare l’inverno. Sì quindi alla zucca, il cavolfiore e le rape e melograni, alimenti ricchi di vitamine che fungono da integratori alimentari veri e propri. Lainey Younkin, fondatrice della ‘Younkin Nutrition’ di Boston, consiglia anche i cavoletti di Bruxelles, tutti i tipi di zucca – dalla zucca invernale a quella che negli Usa si chiamata ‘butternut squash’- le rape e le pere.

    maschere viso con zucca gialla

    Contrastare i malanni invernali con la dieta

    Anche le mele, ricche di vitamine C e fibre, e le pere, cariche potassio, si sposano benissimo con le insalate autunnali, consiglia l’esperta. Susan Bowerman, direttrice di Worldwide Nutrition Education e Training per Herbalife, suggerisce anche il consumo di melagrana, un frutto ricco di antiossidanti, vitamina A e potassio – e di rape, fonte di acido folico e vitamina C. E le zucchine? Irrinunciabili per mangiare sano e mantenersi in forma: gli esperti consigliano di mangiarle cotte o crude, magari ‘tagliate’ a forma di spaghettini da sostituire alla pasta vera e propria, e di gustare anche la tipologia americana butternut squash, un incrocio tra zucchine e zucche, con la polpa arancione.