Le patate contengono glutine? Facciamo chiarezza

    Le patate contengono glutine? Facciamo chiarezza

    L’intolleranza alimentare del nuovo secolo trova risposta nella cosiddetta “Celiachia”. Di cosa si tratta? La “Celiaca” è una infiammazione cronica dell’intestino tenue, scatenata dall’ingestione di glutine in soggetti geneticamente predisposti. La Dermatite Erpetiforme è una patologia scatenata in soggetti geneticamente predisposti dall’assunzione dietetica di glutine e caratterizzata da lesioni cutanee specifiche e distintive, che regrediscono dopo l’eliminazione del glutine dalla dieta. Dunque, chi è affetto da questa intolleranza alimentare non può ingerire alimenti contenenti glutine. E a tal proposito bisogna capire se le patate e tutti i suoi derivati “culinari” possano essere assunti o meno dai celiaci: le patate contengono glutine? Facciamo chiarezza.

    >>> Mangiare sano: tutti i consigli con ViviPuro <<<

    Le patate contengono glutine?

    Le patate sono dei tuberi che contengono una percentuale alta di amidi, per 100 grammi apportano circa 80 calorie, e riescono a donare un buon senso di sazietà a chi le mangia. Perché sono alleate di chi segue una dieta senza glutine? Ovviamente, perché ne sono prive, ma anche perché sono una buona variante del pane. Le patate sono alimenti energetici e disinfiammanti dell’apparato digerente; favoriscono inoltre la formazione e l’espulsione di feci abbondanti e morbide e sono utile in presenza di emorroidi, in caso di gastriti, di ulcere dello stomaco e del duodeno, di coliti, specialmente se ulcerose. Ma su quali ricette possiamo optare a base di patate così da poter combattere la celiachia?

    Un primo piatto a base di patate

    Un primo piatto a base di patate? Possono essere gli gnocchi senza glutine. Anzitutto servirebbero le patate a pasta bianca, che assorbono meno acqua e richiedono quindi meno farina. Ecco ingredienti e procedimento.

    Ingredienti per 6 persone (circa 1 kg di gnocchi senza glutine):

    • 1 kg di patate
    • 1 uovo intero
    • 280 g circa di farina mix B Schar (per il pane)
    • 1 cucchiaino sale
    • 1 pizzico di noce moscata

    Procedimento (preparazione: 20 min. cottura: 40 min.)

    Affinché si possano preparare gli gnocchi senza glutine bisogna iniziare lavando le patate e lessandole con tutta la buccia in acqua bollente salata per circa 40 minuti. Se avete il cestello per cuocere a vapore nella pentola a pressione è meglio usare questo metodo di cottura. Successivamente schiacciare le patate con uno schiacciapatate e aggiungere il sale e la noce moscata. Sbattere l’uovo in una ciotola e aggiungerlo man mano alle patate, mescolando. E ancora, aggiungere pian piano anche la farina, lasciando un paio di cucchiai per infarinare il piano di lavoro, e mescolare l’impasto nella ciotola. Formare dei piccoli filoni spessi circa 2 centimetri e ricavarne gli gnocchi sena glutine della dimensione che preferite, tagliandoli con un coltello. Infine, vanno cotti gli gnocchi senza glutine in abbondante acqua salata e scolarli quando saliranno a galla.

    >>> Una tisana depurativa <<<

    Un secondo piatto a base di patate

    Dopo aver visto il primo piatto da servire in tavola con le patate, così da poter eliminare il glutine, vediamo un secondo da servire in tempi rapidi e dalla preparazione semplice semplice: il gateau di patate, detto anche “gattò di patate”.

    Ingredienti per 4 persone:

    • 1 kg e ½ di patate
    • 5 uova
    • 200 g di mozzarella
    • 150 g di prosciutto cotto (per chi vuole)
    • 150 g di burro
    • 100 g di provola affumicata
    • 50 g di formaggio parmigiano grattugiato
    • pangrattato senza glutine
    • basilico tritato
    • olio extravergine d’oliva
    • sale

    Procedimento per la preparazione del “Gateau di Patate”

    Anzitutto bisogna lessare le patate, pelarle e schiacciarle con una forchetta in un’insalatiera. Sbattere le uova, versarle sulle patate ed aggiungere anche il parmigiano grattugiato, il burro, il basilico tritato, il sale a vostro piacimento ed un po’ d’olio extravergine d’oliva. Mescolare tutto per bene. Successivamente prendere una teglia da forno, ungerla con dell’olio d’oliva e ricoprirla di pangrattato, poi sistemarci dentro metà dell’impasto. Prendere la provola affumicata e la mozzarella, tagliare a pezzettini, fare sgocciolare la mozzarella e ricoprirci le patate. Mettere sopra i formaggi l’altra metà delle patate e cospargere tutta la superficie con un abbondante strato di pangrattato e parmigiano. Infine, infornare nel forno già caldo a 180° e controllare di tanto in tanto la cottura.

    Celiachia: quali cibi sono vietati?

    Ecco quali sono i cibi assolutamente vietati per chi è affetto da celiachia, ovvero intolleranza alimentare.

    • frumento (grano), segale, avena, orzo, farro, spelta, kamut, triticale, sorgo;
    • glutine (gliadina e prolamine) di: frumento (grano), segale, avena, orzo, farro, spelta kamut, triticale, sorgo;
    • farine, amido, semolini, creme e fiocchi di: frumento, segale, avena, orzo, farro, spelta, kamut, triticale, sorgo;
    • KOKOH
    • crema multicereali
    • pasta, paste ripiene, gnocchi di patate, gnocchi alla romana;
    • pizzoccheri
    • pane, pancarrè, pan grattato; pane di segale, pane di avena, ai cereali, pane di soia, mais, ferro; pane azzimo
      pane integrale, piadine; taralli; crostini di pane, salatini
      focaccia, pizza, panzerotti, grissini, crackers, fette biscottate,
    • cracotte, crepes;
    • germe di grano
    • muesli, porridge
    • couscous, tabulè, bulgur (boulgour burghul), seitan, frik,
    • cracked grano, greunkern, gries
    • muscolo di grano
    • crusca dei cereali vietati; fibre vegetali e fibre dietetiche dei cereali vietati
    • malto, estratto di malto, maltodestrine dei cereali vietati
      fiocchi di: mais, riso, soia, tapioca con aggiunta di malto “DEI CEREALI VIETATI”
    • polenta taragna (se la farina di grano saraceno viene miscelata con farina di grano)
    • particole (ostie)
    • tutti gli alimenti preparati con le farine sopra citate
      farine, pane, fette biscottate e tostate dietetiche con tracce di glutine (con amido di frumento)