Malva proprietà curative: utilizzarla come rimedio naturale

    Malva proprietà curative: utilizzarla come rimedio naturale

    Cosa è la malva? 

    La malva è una pianta appartenente alla famiglia delle Malvaceae e originaria probabilmente del Nordafrica. Grazie alle sue proprietà emollienti e antinfiammatorie, la malva è utile contro la tosse, ma anche per regolare la funzione dell’intestino. Scopriamola meglio.

    Quali sono le proprietà della malva? 

    I fiori e in particolare le foglie della malva sono ricche di mucillagini, che conferiscono alla pianta proprietà emollienti e antinfiammatorie per tutti i tessuti molli del corpo. Questi principi attivi agiscono rivestendo le mucose con uno strato vischioso che le proteggono da agenti irritanti.

    Malva rimedi naturali: quali sono le proprietà curative?

    Per questo motivo, l’uso della malva è indicato contro la tosse, nelle forme catarrali delle prime vie aeree; per idratare, sfiammare il colon e depurare l’intestino, e per regolarne le funzioni, grazie alla sua dolce azione lassativa, dovuta alla capacità delle mucillaggini di formare una sorta di gel, che agisce meccanicamente sulle feci e quindi agevolandone l’eliminazione. Il trattamento della stitichezza con la malva risulta non irritante e non violento, per cui è indicato in gravidanza, per bambini e per gli anziani. Inoltre contribuisce a guarire vaginiti, faringiti e tutte le irritazioni del cavo orale, come ascessi, gengiviti e stomatiti.

    Tisana alla malva

    Se invece ciò di cui avete bisogno è una bevanda che vi faccia rilassare e allo stesso tempo espellere le tossine in eccesso per un effetto detox e relax, l’ingrediente che fa per voi è certamente la malva. La tisana alla malva infatti in primavera è perfetta per chi ha bisogno di rilassarsi e dormire, mente e corpo potranno finalmente prendersi un momento di meritato riposo.

    Quali controindicazioni per la malva? 

    La malva è un rimedio che non presenta nessun tipo di controindicazione, purchè non se ne abusi o non si sia a conoscenza di intolleranze verso i principi costituenti la pianta quali la malvina e la malvidina.