Nigella sativa: proprietà, benefici e controindicazioni

    Nigella sativa: proprietà, benefici e controindicazioni

    Nigella sativa: proprietà, benefici e controindicazioni

    La Nigella sativa è conosciuta anche come cumino nero, appartiene alla famiglia delle Ranunculaceae ed è originaria dell’Asia centrale. Possiede numerose proprietà benefiche che possono essere sfruttate tramite l’utilizzo dei semi dai quali si ricava un olio essenziale che comprende svariati principi attivi, vitamine, proteine e oligoelementi. Regola i livelli di colesterolo cattivo ed ha altre caratteristiche che ne fanno una valida alleata contro molti disturbi, soprattutto quelli che ci possono colpire durante la stagione invernale. Ecco dunque tutte le sue caratteristiche, le proprietà, i benefici e le possibili controindicazioni.

    Nigella sativa benefici proprieta controindicazioni

    Le proprietà della Nigella sativa

    La Nigella viene utilizzata sia per uso interno che esterno. Generalmente si adopera come tintura madre, gocce o granuli e olio essenziale, ma viene consumata anche come tisana. Vanta infatti diverse proprietà molto utili contro le malattie da raffreddamento che colpiscono il cavo orale e le vie aeree, come il mal di gola, la tosse, la febbre, l’influenza e la congestione nasale. Tra le sue principali proprietà si annoverano quelle antinfiammatorie, antipiretiche, antibiotiche, antispasmodiche ed epatoprotettive.

    I benefici della Nigella sativa

    Grazie alle sue numerose proprietà, può essere utilizzata per combattere e prevenire le affezioni del cavo orale. Le sue proprietà antinfiammatorie, antibatteriche e antipiretiche, infatti, possono essere adoperate contro i principali malanni invernali come tosse, mal di gola, febbre e congestione nasale. Le sue proprietà epatoprotettive aiutano il fegato a eliminare le sostanze nocive e in eccesso, depurando anche i reni e le vie urinarie. Anche a livello gastrointestinale può apportare numerosi benefici; protegge le pareti dello stomaco dalle ulcere e favorisce il transito intestinale, diminuendo il gonfiore all’addome. L’olio essenziale a base di Nigella sativa, invece, può essere usato per il benessere della pelle e contro dermatiti, eczemi e scottature, in quanto favorisce l’equilibrio cutaneo.

    Controindicazioni

    La Nigella sativa o cumino nero, così come molte altre piante a uso medicale, può avere effetti collaterali e controindicazioni sulle quali porre molta attenzione prima dell’utilizzo. Ovviamente, i soggetti allergici o che mostrano allergie ai suoi componenti, non dovrebbero utilizzarla. Se, invece, viene adoperato come integratore alimentare, può dare luogo a interazioni con alcune tipologie di farmaci come i sedativi o i normali antistaminici. L’uso in gravidanza e durante l’allattamento andrebbe sospeso. In ogni caso, prima di procedere al suo utilizzo, si consiglia di contattare uno specialista o un medico per conoscere i giusti dosaggi e migliori metodi per l’uso.

    * Il contenuto riportato è di carattere orientativo a fini informativi: non sostituisce diagnosi e trattamenti medici. Non deve essere utilizzato per prendere decisioni in merito ad assunzione o sospensione di terapie farmacologiche e non può sostituire il parere di un professionista afferente a qualsiasi disciplina medico scientifica autorizzata.