Olio di citronella: quali proprietà e benefici?

    Olio di citronella: quali proprietà e benefici?

    Quali sono le proprietà dell’olio di citronella?

    L’olio di citronella possiede diverse proprietà che possono tornare utili per il nostro organismo, tra queste vi sono quelle antivirali, antistress e anti depressive. Inoltre, possiede proprietà lenitive, antidolorifiche e antispasmodiche, utili per indurre uno stato di calma in persone eccessivamente ansiose e stressate.

    Olio di citronella: benefici

    Grazie alle sue numerose proprietà, l’olio di citronella è in grado di apportare molti benefici al nostro corpo. In primo luogo al nostro sistema nervoso: l’olio induce una sensazione di calma e allevia lo stress e l’ansia, migliora l’umore ed è quindi un valido alleato contro la tristezza e gli stati depressivi. Grazie alle sue proprietà antispasmodiche, è utile anche per i muscoli, contro i crampi addominali e i dolori muscolari. Le sue proprietà antivirali vengono invece utilizzate in caso di infezioni da virus, febbre e malattie da raffreddamento come tosse, mal di gola e raffreddore. L’olio di citronella è efficace anche come deodorante e contro l’eccessiva sudorazione dei piedi, svolge un’azione antisettica e protegge il nostro organismo da possibili infezioni batteriche.

    Olio di citronella: come utilizzarlo

    Quest’olio estratto dalla citronella può essere utilizzato per diversi ambiti e scopi. Contro la tosse, il raffreddore e il mal di gola, quindi le malattie da raffreddamento, può essere diluito in acqua calda per i suffumigi, ne bastano otto gocce. Può essere usato durante un bagno caldo o per un massaggio distensivo. Avendo un forte potere repellente contro le zanzare, può essere spalmato sulla pelle come antizanzare naturale.

    Olio di citronella: controindicazioni

    L’olio può comportare, in alcuni soggetti predisposti, reazioni allergiche più o meno gravi, mentre un’inalazione prolungata o eccessiva può aumentare il battito cardiaco e dare luogo a episodi di tachicardia. Si sconsiglia comunque l’utilizzo durante la gravidanza, mentre in caso si decida di utilizzare le foglie per farne una tisana, bisogna stare attenti a non ingerirle in quanto possono danneggiare le pareti dello stomaco. In ogni caso si consiglia di ascoltare il parere di uno specialista.