Peli incarniti: tutti i consigli per liberarsene

    Peli incarniti: tutti i consigli per liberarsene

    Peli incarniti: cosa sono, come si formano

    Uno dei principali problemi legati alla rimozione dei peli superflui, che affligge donne e uomini, è sicuramente quello dei peli incarniti. Questi peli che rimangono sottopelle, a un livello più o meno profondo, oltre a essere antiestetici sono fastidiosi e dolorosi e, in alcuni casi, creano problemi più seri, se l’infiammazione peggiora. I soggetti maggiormente sottoposti alla formazione dei peli incarniti non dovrebbero adottare tecniche aggressive per la depilazione, né farla troppo di frequente. Il rasoio, ad esempio, è uno strumento poco indicato in questo caso, specialmente se usato durante la doccia, quando la pelle è più morbida. Riguardo alla ceretta, è consigliato non strappare due volte nella stessa porzione di pelle, anche se è rimasto qualche pelo. Utilizzando l’epilatore elettrico la formazione dei peli incarniti è molto più alta, poiché spesso il pelo viene spezzato a metà. Per ridurre questo rischio la testina dello strumento deve essere mantenuta leggermente sollevata, evitando così di esercitare troppa pressione sulla pelle. L’epilazione definitiva, invece, rappresenta ad oggi l’unico metodo sicuro per evitare la formazioni dei fastidiosi peli incarniti, poiché attacca il pelo direttamente a livello del bulbo, inibendo il follicolo. Con il laser a diodo, la cui luce genera un calore in grado di distruggere il follicolo senza provocare danni alla pelle, una seduta dopo l’altra, i peli verranno quindi indeboliti, eliminando il rischio di ricrescite sottocutanee.

    Peli incarniti: metodi naturali e accorgimenti per ridurre i rischi

    Per alleviare il problema dei peli incarniti vi sono alcuni metodi naturali e accorgimenti che possono tornare sempre utili. Se dovete effettuare la depilazione con il rasoio, ad esempio, è indicato ammorbidire la pelle con acqua calda prima di iniziare. In questo modo ridurrete il rischio di tagliarvi e, di conseguenza, di favorire la formazione di peli incarniti. Dopo la rasatura, invece, è bene ammorbidire la pelle con una crema idratante. Altro metodo di prevenzione riguarda l’esfoliazione con scrub naturali o con un guanto di crine, da effettuare sulla pelle umida almeno 48 ore dopo la depilazione. Fatta settimanalmente, l’esfoliazione aiuta a eliminare le cellule morte, che impediscono ai peli di crescere bene. Molte donne consigliano invece di passare la pietra pomice sulla pelle durante la doccia, l’unico accorgimento in questo caso è quello di essere molto delicati, specialmente nelle parti del corpo più sensibili. Anche le impurità causano la formazione di peli incarniti, poiché ostruiscono la crescita del pelo. Per questo, dopo aver fatto attività fisica è importante sciacquare in maniera accurata le zone più delicate che depilate.