Prezzemolo: proprietà, benefici e controindicazioni

    Prezzemolo: proprietà, benefici e controindicazioni

    Prezzemolo: proprietà, benefici e controindicazioni

    Il prezzemolo è un erba aromatica molto utilizzata e altrettanto conosciuta nell’area Mediterranea e, soprattutto, in Italia. Viene da sempre adoperata per insaporire moltissimi piatti nostrani, ma non tutti sanno che possiede anche numerosi benefici e proprietà che si possono sfruttare a vantaggio del nostro organismo. Questa pianta contiene, infatti, proteine, carboidrati, vitamine e sali minerali, ma non mancano, ovviamente, anche le controindicazioni. Ecco quindi tutte le sue caratteristiche, i benefici e i possibili effetti collaterali.

    Prezzemolo benefici proprieta e controindicazioni

    Le proprietà del prezzemolo

    Questa pianta viene utilizzata per moltissimi piatti e il suo uso può essere a dir poco illimitato. Possiede, infatti, numerose proprietà che possiamo sfruttare. In primo luogo, il prezzemolo contiene molti sali minerali come zolfo, calcio, fosforo, rame e vitamine tra le quali la A, la C e la K. Tra le sue proprietà troviamo quelle lassative, curative, diuretiche e ipotensive. Combatte la cellulite, i radicali liberi e alcune patologie che colpiscono l’intestino. Aiuta la digestione e può essere un valido alleato durante la stagione invernale.

    I benefici del prezzemolo

    Grazie al contenuto di vitamine, soprattutto la C, una tisana o infuso a base di prezzemolo può essere un toccasana durante la stagione invernale. Può essere utilizzato, infatti, per combattere i classici malanni invernali come la tosse, il mal di gola, la congestione nasale, il raffreddore, la febbre e l’influenza. Le sue proprietà carminative e lassative possono aiutarci a regolare l’intestino, a favorire il transito intestinale e a combattere il gonfiore addominale. Le proprietà diuretiche, invece, sono un valido alleato nella depurazione del nostro organismo, in particolare dei reni, del fegato, del pancreas e della vescica. È molto indicato in caso di coliche renali e può essere utilizzato anche per alleviare i fastidio dolori mestruali.Le foglie, inoltre, possono essere usate contro le punture di api e vespe o per lenire il dolore dovuto a una contusione.

    Controindicazioni

    Come molte altre erbe aromatiche o piante officinali, anche il prezzemolo non è esente da possibili effetti collaterali o controindicazioni. In primo luogo, il consumo non moderato durante la gravidanza può portare persino all’aborto del feto. Questo potrebbe accadere nel caso vi sia un eccessivo consumo del decotto a base di radici, semi e foglie. Al contrario, le foglie tritate rimangono un ottimo toccasana per l’organismo. In caso di problemi cardiaci, edemi renali e patologie simili, se ne sconsiglia l’utilizzo. In ogni caso sarebbe buona norma consultare uno specialista o un medico per fugare eventuali dubbi sul suo utilizzo.

    * Il contenuto riportato è di carattere orientativo a fini informativi: non sostituisce diagnosi e trattamenti medici. Non deve essere utilizzato per prendere decisioni in merito ad assunzione o sospensione di terapie farmacologiche e non può sostituire il parere di un professionista afferente a qualsiasi disciplina medico scientifica autorizzata.