Proteggere i capelli dal mare e dal sole: 5 consigli utili

    Proteggere i capelli dal mare e dal sole: 5 consigli utili

    Quando comincia l’estate non vediamo l’ora di andare al mare. Spesso, però, l’acqua salmastra assieme al sole può diventare una combinazione deleteria per i nostri capelli: la salsedine, infatti, è in grado di alterare lo strato della cuticola, mentre il sole assottiglia il fusto, rendendo i capelli secchi e fragili. Quando il danno è ormai compiuto, inoltre, non ci resta che optare per un drastico taglio poco prima dei mesi autunnali. Per questi motivi bisogna prendersi cura dei propri capelli soprattutto durante la stagione estiva, al fine di evitare spiacevoli conseguenze dopo. Ecco allora 5 accorgimenti da prendere per scongiurare il peggio.

    come proteggere i capelli dal mare e dal sole

    Maschere dopo sole

    Un buon rimedio naturale molto efficace nella protezione dei capelli dal sole e dal mare è la maschera dopo sole. Si può effettuare l’applicazione dopo aver fatto uno shampoo, in questo modo si evita la secchezza e i capelli saranno più morbidi e lucenti. Per fare una maschera dopo sole è sufficiente dell’olio d’oliva, giusto qualche goccia scaldata tra le mani, applicato lungo i capelli e lasciato in posa per circa un’ora prima di sciacquare. Anche il gel di aloe vera è utile allo scopo e bastano solo quindici minuti di applicazione prima dello shampoo.

    Bere molta acqua

    In estate, come sappiamo, bere molta acqua, almeno due litri al giorno, evita spiacevoli conseguenze al nostro organismo. La disidratazione è uno dei problemi maggiori durante la stagione estiva e può danneggiare anche i capelli dandogli quel caratteristico effetto paglia. Bere acqua dona ai capelli più lucentezza e resistenza ai raggi solari.

    Lavare subito i capelli dopo il bagno

    Un altro modo giusto con cui proteggere i capelli non solo dal sole, ma soprattutto dall’acqua di mare, consiste nel lavarli subito dopo aver fatto il bagno e vale sia per il mare che per l’acqua della piscina. In questo modo si eliminano subito cloro e salsedine, i quali possono seccare i capelli e indebolirli.

    Fare una coda

    Anche legarsi i capelli in una coda può essere una strategia efficace quando si parla di protezione. In questo modo si evita di spezzarli e allo stesso tempo il nostro aspetto è molto più pratico anche in relazione all’acqua di mare che spesso, dopo un bagno, tende a incresparli.

    Olio protettivo

    Vi è anche la possibilità di applicare un olio protettivo sia prima che dopo l’esposizione al sole e alla salsedine. L’olio di cocco, ad esempio, ha un potente effetto protettivo dai raggi UV, dalla salsedine e in generale da sole. Vanno bene anche altri oli, come quello d’argan, l’importante è che siano in grado di mantenere il capello idratato, riuscendo al contempo a proteggerlo dal calore del sole.

    * Il contenuto riportato è di carattere orientativo a fini informativi: non sostituisce diagnosi e trattamenti medici. Non deve essere utilizzato per prendere decisioni in merito ad assunzione o sospensione di terapie farmacologiche e non può sostituire il parere di un professionista afferente a qualsiasi disciplina medico scientifica autorizzata.