Ritenzione idrica stop, i cibi consigliati e da evitare per combatterla

    Ritenzione idrica stop, i cibi consigliati e da evitare per combatterla

    Cattive abitudini alimentari e dita sbilanciata sono alla base di uno dei problemi estetici più odiati dalle donne, la cellulite. Ma come combattere la ritenzione idrica? Il nemico numero uno da abbattere è il sodio: dunque, calibrate le dosi di sale da cucina, circa 2 grammi al giorno, ed eliminatelo dove possibile, ad esempio nelle insalate. Limitate poi l’assunzione di cibi conservati sotto sale, come affettati ed insaccati. Attenzione anche al glutammato, presente in un enorme quantità di cibi consumati quotidianamente, come dado da cucina, salumi, cibi liofilizzati, salse, prodotti in scatola.

    cellulite 1

    Mentre sodio e glutammato sono assolutamente da limitare, se non addirittura eliminare, nella lotta alla ritenzione idrica, esistono alimenti particolarmente consigliati. E’ il caso di frutta e verdure, che grazie all’alto contenuto di fibre permettono di aiutare il deflusso venoso, soprattutto nella zona addominale. In particolare, il finocchio è molto efficace perchè facilita la diuresi ed è inoltre povero di calorie e ricco di vitamine e sali minerali.

    Tra la frutta consigliata per combattere la ritenzione idrica troviamo l’ananas, ottimo anche per stimolare il metabolismo, e il pompelmo, che svolge azione disintossicante e migliora il flusso sanguigno. Si consiglia poi di bere molta acqua, possibilmente mezz’ora prima o dopo i pasti: non vi è infatti miglior diuretico dell’acqua per smaltire tossine e sostanze in eccesso nell’organismo. Infine, sono un valido alleato contro il problema della ritenzione idrica tisane drenanti e infusi, soprattutto a base di frutta e verdura, come la tisana drenante al finocchio.