Come scegliere il profumo perfetto

    Come scegliere il profumo perfetto

    Essere attratti da un profumo non significa necessariamente essere adatti a portarlo addosso. Sì, avete capito bene. Non tutti i profumi sono fatti su misura per ogni persona. Il profumo perfetto esiste, basta soltanto conoscere dei segreti da seguire per non sbagliare nella scelta.

    La sua funzione non è esclusivamente quella di sentirsi avvolti da un aroma affascinante, ma anche quella di parlare di noi. Un profumo racconta la persona che lo indossa, la sua personalità e il suo carattere e lo fa attraverso le sue note delicate o intense. Un profumo è qualcosa che non si può scegliere se non per se stessi, uno dei prodotti più personali che ci siano in assoluto.

    Sconsigliato regalare un profumo se non si conoscono i gusti di chi lo indosserà e anche sceglierlo per noi non è da sottovalutare, proprio come scegliere i prodotti per una sicura igiene personale. Ci sono delle vere e proprie regole da seguire. Il trentanovenne Francis Kurkdjian, uno dei nasi più famosi del mondo che ha creato fragranze tra le più amate per la loro l’originalità e la loro qualità, ne ha elencate alcune.

    Come scegliere il profumo perfetto: le regole

    Francis Kurkdjian ha descritto le regole in modo preciso cosi che non ci sia alcun dubbio.

    La prima regola è quella di farsi guidare dall’istinto perché nessuno indosserebbe mai una nota olfattiva che non gli piace e che quindi stona con la propria personalità e il proprio stile.

    Altra regola d’oro è quella di non farsi prendere dalla fretta. Solitamente la prima scelta non è quella più giusta. Il consiglio è quello di scegliere con tutta la calma possibile, utilizzando campioncini e cercando di familiarizzare con l’essenza spruzzandola sulla pelle, sui vestiti. Portare con noi l’odore sarebbe la soluzione migliore prima di fare la scelta definitiva.

    La terza regola è quella di non dare peso alla diceria secondo cui si deve controllare l’interazione con la pelle. Il profumo cambiava in base alla pelle soltanto quando veniva realizzato esclusivamente utilizzando essenze naturali, oggi è tutto diverso.

    La quarta regola sembra bizzarra, ma utilissima. Se abbiamo qualche dubbio sulla scelta definitiva, scegliere sempre una fragranza agrumata, da sempre le più utilizzate e le più universali. Si parla di essenze facili, quelle che sono facilmente riconoscibili anche da un naso non esperto.

    La quinta regola è quella che consiglia di non scegliere mai lo stesso profumo. Meglio cambiare, lasciare libera la propria personalità anche nelle note di un profumo.

    Come scegliere il profumo perfetto: usarlo da solo?

    La scelta del profumo è preziosa sì, ma ciò che conta è anche l’interazione olfattiva con altri prodotti che indossiamo. Creme viso e corpo, deodoranti, oli concorrono non tanto ad alterare la fragranza che si indossa, ma a rendere troppo pesante il profumo che si emana che se non indossato da solo non sarà quello originale. La sovrapposizione di tutti questi odori è importante per trasmettere una proprietà identità olfattiva, ma bisogna fare molta attenzione a non creare, appunto, risultati sgradevoli per il naso.