Sedum: proprietà, benefici e controindicazioni

    Sedum: proprietà, benefici e controindicazioni

    Sedum: proprietà, benefici e controindicazioni

    Il Sedum, chiamato anche ‘Pianta della Madonna’, appartiene alla famiglia delle Crassulaceae ed è una pianta grassa perenne di aspetto erbaceo e con un’altezza nella media. I suoi fiori mostrano colori rossi intensi, tendenti al porpora e ne esistono diverse varietà. Di norma si trova nelle aree a clima freddo o temperato, ma è possibile coltivarla facilmente anche a casa. Nel nostro paese si può trovare nei terreni incolti, nei luoghi umidi e tendenzialmente montuosi. Ecco tutte le sue caratteristiche, le proprietà, i benefici e le controindicazioni alle quali fare attenzione se si decide di utilizzarla.

    Sedum benefici proprieta e controindicazioni

    Le proprietà del sedum

    Questa pianta contiene molti principi attivi e sostanze utili al nostro organismo. Tra quelle più importanti ci sono i flavonoidi, i polisaccaridi, mucillagini, resine, pectine e polifenoli. Contiene, ovviamente, molti sali minerali e vitamine e tra le principali proprietà da poter sfruttare si annoverano quelle antinfiammatorie, cicatrizzanti, emollienti, astringenti, antidolorifiche, antiossidanti, riepitelizzanti, batteriostatiche e antiepilettiche.

    I benefici del sedum

    Questa pianta viene utilizzata frequentemente in ambito medico ed erboristico per via delle sue proprietà. Le capacità cicatrizzanti, ad esempio, così come quelle antinfiammatorie ed emollienti, possono essere adoperate per vari problemi e disturbi della pelle: verruche, foruncoli, cisti, fistole, mastiti, ustioni, calli e ferite di lieve entità. Per la memoria viene utilizzata come antiepilettico, mentre le proprietà astringenti risultano molto utili in caso di affezioni e problemi all’apparato intestinale, come la dissenteria. Le foglie, oltre a poter essere consumate fresche nelle insalate, possono essere sfruttate per produrre un cataplasma nel caso di emorroidi o ascessi. In alcuni casi è possibile produrre un infuso o una tisana al fine di sfruttare meglio le proprietà antinfiammatorie per i disturbi del cavo orale, come afte, infezioni, mal di gola, tosse o congestione nasale, in aggiunta ad altre piante balsamiche.

    Controindicazioni e possibili effetti collaterali

    Come molte altre piante ed erbe officinali, anche il Sedum può avere effetti collaterali e controindicazioni alle quali fare molta attenzione. In primo luogo, i soggetti che mostrano ipersensibilità ai suoi componenti non dovrebbero utilizzarla. È controindicata per i bambini al di sotto dei docici anni di età, alle donne durante la gravidanza e nella fase di allattamento oppure in caso si abbiano gravi patologie. Per quanto riguarda l’uso esterno, vi sono alcune controindicazioni da tenere a mente relative alle dermatiti. In questi casi e per ogni dubbio, si invita a consultare uno specialista o un medico.

    * Il contenuto riportato è di carattere orientativo a fini informativi: non sostituisce diagnosi e trattamenti medici. Non deve essere utilizzato per prendere decisioni in merito ad assunzione o sospensione di terapie farmacologiche e non può sostituire il parere di un professionista afferente a qualsiasi disciplina medico scientifica autorizzata.