Tiloma plantare: sintomi, cause e rimedi

    Tiloma plantare: sintomi, cause e rimedi

    Tiloma plantare: sintomi, cause e rimedi

    Per tiloma plantare si intende un ispessimento dell’epidermide localizzato quasi sempre sotto la pianta del piede. A soffrirne, infatti, sono le zone più esposte alla pressione del peso corporeo e del movimento. Al contrario di quello che molti pensano, però, non si tratta di un comune callo e per questo motivo bisogna fare molta attenzione e prendersi cura di questa zona del piede molto sensibile. La condizione, infatti, definita anche come ipercheratosi, può generare dolore, fastidio e disagio in chi ne è colpito. Ecco dunque quali sono i sintomi principali, le cause e come porvi rimedio.

    Tiloma plantare cause sintomi e rimedi

    I sintomi del tiloma plantare

    Il sintomo principale mediante il quale è facilmente riconoscibile consiste nell’ispessimento di una zona del piede, nel dettaglio questo problema risulta localizzato sotto la pianta del piede, ma è necessario ricordare che non si tratta di un callo o di una verruca. Oltre a questa condizione della pelle è possibile provare dolore e fastidio provati durante una camminata e a causa dello sfregamento con i tessuti, le calze o le scarpe. Possono comparire anche infiammazioni a livello delle ginocchia. Per capire bene se si tratta di questo problema e non di altre patologie è necessario consultare un podologo o un dermatologo.

    Le cause del tiloma plantare

    La formazione del tiloma che generalmente si localizza sotto le dita dei piedi e sulla pianta del piede, è dovuto all’utilizzo di calzature errate, il prolungato attrito o l’eccessiva pressione possono concorrere nella formazione di questa condizione. Tra le altre cause più comuni vi è l’errata postura o, ancora, l’eccessivo sport come ad esempio la corsa e altre attività fisiche simili. Un fattore di rischio, invece, è dato dall’utilizzo di scarpe con i tacchi alti per intere giornate.

    Rimedi naturali contro il tiloma plantare

    In primo luogo, per cercare di risolvere il problema, bisogna evitare qualsiasi tipo di intervento diretto. Esistono, infatti, diversi modi per ammorbidire e igienizzare la zona colpita al fine di eliminare l’ispessimento della pelle. Bisogna scegliere calzature adatte e che limitino gli effetti dello sfregamento. Un rimedio naturale consiste nel massaggiare la zona plantare con dell’olio essenziale di lavanda, tra le sue proprietà ricordiamo quella antisettica e lenitiva contro il dolore. Impacchi al burro di karitè, mandorle dolci avvolgendo il piede nella pellicola trasparente può essere un buon metodo per ammorbidire la zona interessata. Infine, anche il pediluvio a base di bicarbonato di sodio e acqua calda può essere una soluzione, al quale può fare seguito l’utilizzo della pietra pomice. In ogni caso si consiglia di consultare lo specialista.

    * Il contenuto riportato è di carattere orientativo a fini informativi: non sostituisce diagnosi e trattamenti medici. Non deve essere utilizzato per prendere decisioni in merito ad assunzione o sospensione di terapie farmacologiche e non può sostituire il parere di un professionista afferente a qualsiasi disciplina medico scientifica autorizzata.