Tisana all’elicriso: proprietà, benefici e controindicazioni

    Tisana all’elicriso: proprietà, benefici e controindicazioni

    Tisana all’elicriso: proprietà, benefici e controindicazioni

    L’Elicriso è una pianta appartenente alla famiglia delle Asteraceae ed è molto utile per combattere diversi disturbi della pelle. Inoltre, è un antistaminico naturale e un antinfiammatorio molto efficace contro le più comuni malattie da raffreddamento. Le sommità dell’elicriso, in particolare i fiori, vengono utilizzate nella fitoterapia per trattare le allergie e i disturbi che colpiscono l’apparato respiratorio e le vie aree. Ecco tutte le proprietà, i benefici e le controindicazioni di questa pianta e come preparare una tisana o infuso.

    Tisana all elicriso benefici contro allergia

    Proprietà dell’elicriso

    Questa pianta possiede numerose proprietà soprattutto a carico delle vie aeree e dell’apparato respiratorio. Viene utilizzato regolarmente nella fitoterapia e contro le allergie avendo proprietà antistaminiche e antinfiammatorie naturali. Inoltre, possiede anche proprietà espettoranti e antibatteriche. È ricco di sostanze nutritive e principi attivi come l’elipirone, sitosterolo e acido caffeico. Per uso esterno, le proprietà da considerare sono quelle astringenti, analgesiche e antiedemigene.

    Benefici dell’elicriso

    La pianta non viene utilizzata solo per uso interno contro allergie, asma e le malattie da raffreddamento come mal di gola, tosse, febbre e congestione nasale. Il suo uso può essere anche esterno, tramite impacchi o oli essenziali da applicare sulla pelle. È molto indicato per lenire il dolore da irritazione alla pelle, contro l’arrossamento cutaneo e in caso di herpes e psoriasi. In caso di rinite allergica, raffreddore e infiammazioni del tratto orofaringeo, l’elicriso è molto indicato e utile al fine di sfiammare la zona interessata e proteggerla dalle infezioni.

    Come utilizzare l’elicriso

    Di norma si fanno seccare le estremità della pianta, i fiori, che si utilizzano per creare tisane e infusi, o ancora decotti, impacchi e oli essenziali per la cute. Soprattutto i decotti sono molto utili in caso di infezioni cutanee, dolore e arrossamenti. Basta un cucchiaio raso di elicriso e una tazza d’acqua portata a ebollizione. Si lascia in ammollo per almeno quindici minuti e si utilizza senza risciacquare la zona interessata e lasciando che l’impacco si assorba completamente. Gli impacchi possono essere utili per riattivare la circolazione sanguigna.

    Controindicazioni

    In generale non sono stati notati effetti collaterali nell’assunzione o nell’utilizzo dell’elicriso, ad esempio a contatto con la pelle. Non sono stati riscontrati, inoltre, interazioni con i farmaci. L’unica cosa alla quale prestare attenzione è la possibilità di risultare sensibili alla pianta. In questo caso non è indicata nei soggetti che presentano allergie o avversioni all’elicriso. Per ogni dubbio, comunque, si consiglia di contattare uno specialista.

    * Il contenuto riportato è di carattere orientativo a fini informativi: non sostituisce diagnosi e trattamenti medici. Non deve essere utilizzato per prendere decisioni in merito ad assunzione o sospensione di terapie farmacologiche e non può sostituire il parere di un professionista afferente a qualsiasi disciplina medico scientifica autorizzata.