Zenzero controindicazioni: non solo effetti benefici, 5 cose da sapere

    Zenzero controindicazioni: non solo effetti benefici, 5 cose da sapere

    Non solo effetti benefici con lo zenzero: questa spezia, in voga negli ultimi anni per le sue proprietà e i suoi fattori positivi che vengono dati all’organismo, contiene anche delle controindicazioni da non sottovalutare. Ecco di seguito alcuni consigli utili da seguire quando si fa uso dello zenzero.

    >>> Ricette allo zenzero: 5 piatti sfiziosi <<<

    Quali sono le proprietà dello Zenzero?

    Quali sono le proprietà dello zenzero? Questo elemento contiene acqua, carboidrati, proteine, amminoacidi, diversi sali minerali tra cui manganese, calcio, fosforo, sodio, potassio, magnesio, ferro e zinco, vitamine del gruppo B, vitamina E e olio essenziale. Si tratta a tutti gli effetti di una spezia che gode di tantissime proprietà curative. Le proprietà dello zenzero possono essere sfruttate con una tisana, oppure può essere utilizzato sotto-forma di polvere (1 gr circa) da mescolare con un bicchiere di acqua calda, o ancora sotto forma di capsule, estratto liquido o secco da assumere secondo le modalità riportate sulla confezione.

    Zenzero controindicazioni: no nei soggetti allergici

    Attenzione, tra le prime controindicazioni sull’utilizzo o meno di questa spezia, ovvero lo zenzero, si presenta l’allergia. Va assolutamente evitata l’assunzione dello zenzero qualora siano presenti allergie e intolleranze a uno o più componenti presenti. L’allergia allo zenzero si nota con la comparsa di rossori sulla pelle ed eruzioni cutanee.

    >>> Zenzero in cucina <<<

    Zenzero controindicazioni: no con farmaci ipotensivi

    Tra le altre controindicazioni dello zenzero va evitato l’uso di questa spezia in contemporanea a farmaci antinfiammatori e ipotensivi. Dato il suo effetto fluidificante del sangue, si consiglia sempre di consultare il medico prima di fare uso dello zenzero nel caso in cui si assumano farmaci antiaggreganti e anticoagulanti (Coumadin, Cardioaspirina, ecc…).

    Zenzero controindicazioni: evitarlo in polvere

    Inoltre, lo zenzero presenta maggiori controindicazioni se assunto in polvere. In alcuni soggetti questa spezia può provocare mal di stomaco e gonfiore addominale con produzione di gas. Lo zenzero fresco è maggiormente controindicato nei soggetti che soffrono di infiammazioni all’intestino e ulcere.

    Zenzero controindicazioni: no con la gastrite

    Zenzero controindicazioni, è sconsigliata l’assunzione di questa spezia in caso di colon irritabile. Del resto, lo zenzero, favorendo i movimenti intestinali, questa spezia è assai efficace in caso di stipsi o di stitichezza, ma ha effetti controproducenti se il colon è irritato. In questo caso può favorire diarrea, eccessiva motilità intestinale e addirittura stimolare la produzione di gas. Attenzione anche al nesso tra zenzero e gastrite. Soprattutto se assunto in elevate quantità, lo zenzero può favorire la comparsa di ulcere, una patologia del tratto digestivo molto fastidiosa.

    >>> Zenzero: tutto quello che devi sapere <<<

    Zenzero controindicazioni: da evitare in gravidanza

    Attenzione anche all’eccessivo utilizzo dello zenzero in stato di gravidanza o durante l’allattamento. Tra le controindicazioni del consumo di questa spezia, infatti, si raccomanda di limitarne l’utilizzo così da evitare pericolosi effetti collaterali.