Borragine: erba spontanea dalle molte proprietà benefiche

19 Ottobre 2020 0 Di Redazione
borragine

La borragine è un’erba spontanea le cui foglie hanno un aspetto caratteristico e sono provviste di fiorellini blu che è impossibile non notare e apprezzare. Si tratta di una pianta erbacea annuale dalle molte proprietà benefiche, troppo spesso però considerata di ‘serie b’.

E’ originaria della parte meridionale dell’Europa ed appartiene alla famiglia delle Boraginaceae. Fin dall’epoca degli Antichi Romani era conosciuta e utilizzata per mantenere l’organismo in salute. Questa erba spontanea può essere cucinata (è molto popolare soprattutto in relazione ai piatti della tradizione ligure) e impiegata nella realizzazione, per esempio, di torte salate o gnocchi di pane ma anche dell’impasto per le lasagne. Può inoltre essere sfruttata – lessandola in poca acqua con olio e sale – per fare delle gustose e nutrienti zuppe o delle minestre. Ad ogni modo sarà essenziale innanzitutto passare in rassegna le molte proprietà benefiche della borragine e capire in che modo inserirla nella personale dieta alimentare possa aiutarci a stare meglio. 

Semi e tisane per rinforzare il sistema immunitario

Bisogna iniziare a parlare della borragine sottolineando la sua estrema ricchezza di grassi benefici per il nostro organismo. Sono contenute infatti all’interno dei semi di questa deliziosa erba spontanea importanti quantità di Omega 3 e Omega 6 (sono acidi grassi essenziali) che vanno a riequilibrare il sistema immunitario e hanno un effetto benefico in caso di infiammazioni. Inoltre, sarà poi utile precisare come la borragine se utilizzata per fare delle buone tisane sia perfettamente in grado di alleviare i fastidi che sempre si accompagnano a patologie ‘di stagione’ come ad esempio il mal di gola. 

La borragine allevia i dolori tipici del ciclo mestruale

Abbiamo accennato all’azione antinfiammatoria che è in grado di assicurare questa erba spontanea a larga diffusione. Sarà molto interessante approfondire anche un altro aspetto di assoluta utilità della borragine, in relazione al periodo del ciclo mestruale. Per via della presenza di estrogeni in essa, è capace di alleviare i dolori e i fastidi tipici (cattivo umore, irritabilità e tristezza) del ciclo mestruale. Proprio come accade con la camomilla, anche la borragine può supportare l’organismo in presenza di dolorose sindromi legate al ciclo (con riferimento in particolare alla dismenorrea). 

I benefici della borragine sono anche per la pelle e l’intestino

Le proprietà benefiche della borragine riguardano anche la pelle, per via della presenza di sostanze antiossidanti. E’ possibile normalizzare la cute e regolare la produzione di sebo grazie all’olio di borragine, che si estrae a freddo. Questa pianta si può impiegare assieme alla bardana – una particolare pianta dermopatica – anche per contrastare la comparsa di noiose dermatiti

Poiché nella borragine sono presenti delle mucillagini, questa pianta spontanea è in grado di offrirsi quale interessante rimedio all’irregolarità intestinale e relative problematiche infiammatorie. E’ ricca di vitamine (in particolare A, B e C) e di sali minerali. Ferro e potassio aiutano la produzione di globuli rossi, mentre il calcio e il magnesio assicurano la salute dei denti e dell’apparato scheletrico. Ci sono infine alcune controindicazioni all’impiego della borragine, per esempio nelle donne in stato interessante o durante l’allattamento.

* Il contenuto riportato è di carattere orientativo a fini informativi: non sostituisce diagnosi e trattamenti medici. Non deve essere utilizzato per prendere decisioni in merito ad assunzione o sospensione di terapie farmacologiche e non può sostituire il parere di un professionista afferente a qualsiasi disciplina medico scientifica autorizzata.

Ultimo aggiornamento: 19/10/2020