Succo di aloe vera: come farlo in casa e come assumerlo

    Succo di aloe vera: come farlo in casa e come assumerlo

    Succo di aloe vera: come farlo in casa e come assumerlo

    L’aloe vera è una pianta benefica conosciuta fin dai tempi antichi, con proprietà curative eccellenti, sia per uso interno che esterno.

    Per usufruire appieno di tutta la potenza benefica dell’aloe vera è necessario che il prodotto (gel o succo) sia il più naturale possibile, estratto a freddo dalla pianta, in modo da non alterarne le qualità. 

    Per uso esterno è preferibile il gel di aloe vera, che agisce come idratante e cicatrizzante, aiutando così i tessuti a guarire e rinnovarsi molto più velocemente.

    Per uso interno è invece preferibile fare uso del succo di aloe vera, che ha importanti proprietà gastro-protettive, antibatteriche e depurative.

    Se volete approfondire sulle qualità e i benefici dell’aloe vera vi rimandiamo alla lettura del seguente articolo, Aloe vera: cos’è, a cosa serve e come utilizzarla; se invece siete interessati a scoprire come realizzare un eccellente succo di aloe vera “fai da te” fatto in casa, allora proseguite pure nella lettura.

    Succo di aloe vera: come farlo in casa e come assumerlo

    Per preparare il succo di aloe vera fatto in casa bisogna in primis disporre di una pianta di aloe che abbia almeno superato i due anni di vita e poi fare molta attenzione all’aloina, una sostanza altamente purgante che dobbiamo evitare di mettere nel succo.

    Quando recidiamo una foglia di aloe vera dalla pianta, l’aloina si concentra in massima parte nella zona del taglio, gocciolando fuori in modo abbastanza evidente; dunque attendiamo alcuni minuti affinché gran parte di tale sostanza tossica se ne vada via da sola e poi tagliamo un pezzo di foglia in cima e in fondo e anche lungo entrambi i bordi lunghi, in modo da far rimanere soltanto “il cuore”; in questo pezzetto centrale di foglia l’aloina non sarà presente e potremo quindi estrarre dall’interno tutto il gel in totale sicurezza.

    Questa sostanza gelatinosa, ricchissima di sostanze benefiche, lo andremo poi a frullare unito ad altra frutta (ad esempio a delle arance) in modo da diluire il sapore amaro dell’aloe. Preferibilmente non aggiungete zucchero o altri dolcificanti.

    Ecco nel video sottostante lo chef Stefano Barbato che ci mostra come preparare in casa un succo di aloe vera e arancia.

    Si consiglia di assumere il succo di aloe un po’ prima dei pasti e al massimo per un periodo continuativo di due mesi, passati i quali è bene fare una pausa di almeno 2 settimane.

    Come abbiamo detto, le principali proprietà benefiche del succo di aloe vera sono quelle antibatteriche, regolatrici del tratto gastro-intestinale, anti-fungine, antiage, apportatrice di vitamine del gruppo B, anti-infiammatorie e rinforzante del sistema immunitario.

    Infine, il succo di aloe vera aiuta anche a dimagrire, in quanto espelle le tossine e migliora notevolmente l’attività epatica.

    L’unica controindicazione dell’assunzione del succo di aloe vera “fai da te” può essere qualche episodio di diarrea dovuto ad una possibile concentrazione maggiore di aloina in qualche foglia.