Alimentazione, benessere: l'equazione della salute e la dieta del riposo intestinale

    Alimentazione, benessere: l'equazione della salute e la dieta del riposo intestinale

    Come combattere i problemi legati alla digestione? Come aiutare l’intestino? Qual è l’equazione della salute nell’alimentazione? Ecco qualche consiglio utile.

    I problemi legati alla digestione si possono combattere a partire dalla tavola, scegliendo un corretto stile alimentare. L’equazione della salute, per aiutare il proprio intestino a lavorare al meglio, senza affaticarlo troppo, vede la somma di acqua, più cereali interi, più legumi, più verdura, per un risultato ottimale di protezione dei villi intestinali. In che cosa consiste la dieta del riposo intestinale?

    La dieta del riposo intestinale prevede l’astinenza di alcuni alimenti per almeno 7 giorni, ristabilendo, così, la piena funzionalità dell’intestino tenue. Ecco quali sono gli alimenti da evitare e quali da assumere.

    Gli alimenti da evitare nei 7 giorni della dieta del riposo intestinale sono: carne rossa, pollo, cibi che contengono la farina, burro, troppo sale, alcol e bibite zuccherate, formaggi stagionati. Gli alimenti da assumere nei 7 giorni della dieta del risposo intestinale sono: verdure cotte e crude, cereali, olio e aceto, aglio e cipolla, tisana e tè verde, acqua, minestra, centrifugati, frutta secca, formaggi freschi (mozzarella, yogurt e ricotta inclusi), frutta fresca, pesce, ceci, fagioli, fave, lenticchie, piselli, soia, passata di legumi.