Glucomannano: proprietà e benefici per l’intestino

    Glucomannano: proprietà e benefici per l’intestino

    Glucomannano: proprietà e benefici per l’intestino

    Il glucomannano è una pianta erbacea perenne appartenente alla famiglia delle Aracee. Chiamata anche Konjac, il genere è costituito da almeno 200 specie, alcune delle quali famose per i suoi fiori e la ‘spettacolarità’. È una pianta particolare che origina da un tubero a forma di gigantesca mela in grado di raggiungere molti chili di peso. L’infiorescenza che nasce può raggiungere fino a un metro e mezzo di altezza, mentre i fiori, poco appariscenti, nascono lungo la base in numero abbastanza alto. Ecco qui di seguito le sue caratteristiche, le proprietà, i benefici e le controindicazioni.

    Glucomannano benefici proprieta e controindicazioni

    Le proprietà del glucomannano

    Il glucomannano, in realtà, è una polvere che si estrae dalla radice della pianta Konjac. Il tubero dal quale nasce contiene una fibra composta in larga parte da glucosio e mannosio. Tra le proprietà più importanti e che caratterizzano questo alimento si annoverano le seguenti: proprietà dimagrante, ipoglicemizzante, ipocolesterolemizzante, saziante, lassativa e carminativa. Tra le fibre dietetiche, infatti, è una di quelle con un alto indice di viscosità e possiede quindi la capacità di attirare acqua; in questo modo è in grado di produrre una massa dalla consistenza gelatinosa responsabile del suo potere saziante e dimagrante.

    I benefici del glucomannano

    Come si può intuire, le proprietà e i benefici di questo alimento sono quasi tutti a favore dello stomaco e dell’intestino. La sua capacità di produrre un gel assorbendo grandi volumi d’acqua, gli dona un potere saziante che, a sua volta, aiuta a perdere peso favorendo il senso di pienezza. Essendo poi una fibra, contrasta naturalmente l’assorbimento degli zuccheri e dei grassi ed è un valido alleato utile per mantenere i livelli di colesterolo costanti nel sangue. Una volta giunto nel colon come massa gelatinosa, può esercitazione un’azione lassativa e combattere la stitichezza, favorendo al contempo la diminuzione del gonfiore addominale e il conseguente dolore.

    Controindicazioni e possibili effetti collaterali

    Il glucomannano può avere effetti collaterali e controindicazioni alle quali fare molta attenzione. In primo luogo bisogna ricordare che si tratta di una fibra e in quanto tale può ridurre l’assorbimento di alcuni farmaci, inoltre, è necessario integrare sempre i liquidi in quanto, data la sua capacità assorbente nei confronti dell’acqua, una dose elevata e non opportunamente riequilibrata, potrebbe dare luogo a episodi di stitichezza. Sempre per quanto riguarda le dosi in eccessi, possono subentrare anche diarrea, mal di stomaco e meteorismo. Per questi motivi bisogna sempre concordare la giusta dieta da seguire con il medico o lo specialista.

    * Il contenuto riportato è di carattere orientativo a fini informativi: non sostituisce diagnosi e trattamenti medici. Non deve essere utilizzato per prendere decisioni in merito ad assunzione o sospensione di terapie farmacologiche e non può sostituire il parere di un professionista afferente a qualsiasi disciplina medico scientifica autorizzata.