Cumino nero proprietà e benefici

    Cumino nero proprietà e benefici

    Cumino nero proprietà e benefici

    Il Cumino nero o Nigella Sativa è una pianta annuale appartenente alla famiglia delle Ranunculaceae. La sua origine è probabilmente asiatica, mentre il nome deriva dal colore nero dei suoi semi. Si tratta di una pianta che possiede numerose proprietà che è possibile sfruttare per il benessere del corpo. Contiene molti sali minerali e principi attivi utili alla depurazione dell’organismo e svolge anche un’attività antitumorale. Nei tempi antichi si pensava che la Nigella o Cumino nero fosse una sorta di panacea in grado di curare tutti i mali. Ecco dunque tutte le sue caratteristiche, le proprietà, i benefici e le possibili controindicazioni.

    Cumino nero benefici proprieta controindicazioni

    Le proprietà del cumino nero

    La Nigella Sativa possiede numerose proprietà che possono essere sfruttate per il benessere dell’organismo. Tra le più importanti si annoverano quelle antiossidanti, tonificanti, energizzanti, digestive, depurative, carminative, antidolorifiche, antivirali, antitumorali, diuretiche, antiflogistiche per la cefalea. Aiuta, inoltre, a evitare la formazione di parassiti nell’intestino e a regolare la circolazione sanguigna. Regola il ciclo mestruale e ne diminuisce i dolori e aiuta a tenere sotto controllo la glicemia e il colesterolo. Tra le altre proprietà utili contro le malattie da raffreddamento vi sono quelle analgesiche e antipiretiche.

    I benefici del cumino nero

    Grazie alle sue numerose proprietà, il cumino nero o Nigella Sativa, può essere adoperato contro le principali malattie da raffreddamento come tosse, mal di gola, febbre, influenza e congestione nasale. È molto utile per il benessere dell’intestino in quanto lo protegge dai parassiti, mentre le sue proprietà carminative aiutano a sgonfiare l’addome e a favorire il transito intestinale grazie alla sua blanda azione lassativa. È molto utile anche per lo stomaco in quanto favorisce la digestione e protegge la mucosa gastrica dalla formazione di ulcere. Per le vie aree può essere adoperato contro l’asma e gli episodi di allergia ed è indicato anche in chi soffre di epilessia per via delle sue proprietà anticonvulsionanti.

    Controindicazioni ed effetti collaterali

    Come molte altre piante, anche il cumino nero non è esente da possibili effetti collaterali e controindicazioni da tenere a mente. Non bisogna, infatti, somministrarlo in donne in gravidanza in quanto può avere un effetto abortivo e bisogna evitarne il consumo anche durante l’allattamento. Nel caso in cui vi siano reazioni allergiche, problemi renali, epilessia, calcoli o patologie del fegato, è bene chiedere consiglio a uno specialista o a un medico prima di procedere al suo utilizzo. Non dev’essere somministrato ai bambini senza prima il consulto con un pediatra.

    * Il contenuto riportato è di carattere orientativo a fini informativi: non sostituisce diagnosi e trattamenti medici. Non deve essere utilizzato per prendere decisioni in merito ad assunzione o sospensione di terapie farmacologiche e non può sostituire il parere di un professionista afferente a qualsiasi disciplina medico scientifica autorizzata.