Impacchi con le foglie di cavolo: rimedi naturali

Impacchi con le foglie di cavolo: rimedi naturali

Il cavolo è una verdura di stagione molto salutare, le cui foglie possono essere utilizzate per fare degli impacchi, efficaci contro numerosi disturbi fisici. Le proprietà benefiche del cavolo dipendono dall’elevato contenuto di vitamine, sali minerali, aminoacidi e polifenoli, che ne fanno un rimedio naturale per depurare l’organismo, migliorare le sue funzionalità e, soprattutto, prevenire le malattie degenerative.

Le foglie del cavolo applicate direttamente sulla zona malata del corpo, riescono quasi ‘miracolosamente’ ad assorbire ed espellere le infiammazioni e le tossine localizzate all’interno dell’organismo. Fungono infatti da farmaco naturale per guarire contusioni, mal di schiena, mal di pancia, dolori mestruali, dolori articolari, prostatiti, infiammazioni della tiroide, tonsilliti, prostatiti. Non tutti forse sanno, infatti, che questa verdura è un utile rimedio per decongestionare gli organi interni, per depurare il fegato, per trattare le infiammazioni in generale, inclusi i dolori articolari e addirittura per far abbassare la febbre!

Le foglie del cavolo ‘assorbono’ il dolore e le tossine

La foglia di cavolo posizionata alla stregua di un impacco sulla parte del corpo malata, assorbe l’infiammazione; drena verso di sé le tossine, il dolore, depurando di fatto l’organismo. Dopo l’applicazione le foglie diventano scure e maleodoranti, segno inequivocabile che la zona trattata era effettivamente intossicata e che il cavolo ha dunque assorbito le tossine. Si avrà prova dell’avvenuta guarigione della parte malata quando effettivamente, dopo ripetuti impacchi, le foglie rimarranno intatte e non diverranno più ‘marce’.

Foglie di cavolo impacchi: quali patologie curano

Gli impacchi di foglie di cavolo sono indicati per curare davvero tantissimi disturbi, siano lievi o più gravi. Eccone alcuni: contusioni, distorsioni, dolori articolari, emicrania, faringite, laringite (in questi casi applicare le foglie sulla parte interessata dalla infiammazione; ancora, disturbi del cavo orale come gengiviti, paradontiti, ascessi (applicare sulla guancia), malattie del fegato e della cistifellea (applicare sulla parte superiore destra dell’addome), del pancreas e della milza (applicare sulla parte superiore sinistro dell’addome. Ma la lunga lista non è finita! Questi impacchi benefici sono consigliatissimi anche in caso di problemi di prostatite, cistite, ovarite, endometriosi; irritazioni e infiammazioni cutanee, sinusite (applicare le foglie di cavolo sulla fronte), vene varicose e disturbi alla tiroide, per citarne altri.