Dulcamara: proprietà e benefici contro il raffreddore

    Dulcamara: proprietà e benefici contro il raffreddore

    Dulcamara: proprietà e benefici contro il raffreddore

    La Dulcamara è una pianta perenne appartenente alla famiglia delle Solanacee. Può raggiungere il metro e venti di altezza, mentre il fusto possiede un sapore dolce ma dal retrogusto amaro. Si tratta di una pianta rampicante, con fiori viola a forma di stella e i frutti dalle bacche verdi che in piena maturazione assumono una colorazione rossa. È una pianta velenosa, ma viene utilizzata da tempo per le sue proprietà benefiche, soprattutto nei confronti dell’apparato respiratorio e per contrastare le tipiche malattie da raffreddamento che ci colpiscono durante la stagione invernale. Ecco tutte le sue caratteristiche, le proprietà e le controindicazioni.

    Dulcamara benefici e proprieta contro il raffreddore

    Le proprietà della Dulcamara

    La Dulcamara è una pianta ricca di proprietà benefiche per il nostro organismo. Tra queste le più importanti sono le seguenti: proprietà diuretiche, purganti, narcotiche, calmanti, lenitive, espettoranti e depurative. Molte di queste caratteristiche possono essere impiegate contro le infezioni del cavo orale e dell’apparato respiratorio in generale. La Dulcamara possiede, infatti, altre proprietà come quella disinfettante e riscaldante, entrambe sfruttate per lenire i disturbi di natura reumatica.

    I benefici della Dulcamara

    Grazie alle sue numerose proprietà, questa pianta può essere impiegata per prevenire e combattere le principali malattie da raffreddamento, come la congestione nasale, la febbre, la tosse, il mal di gola e l’influenza. Le sue proprietà lassative combattono la dissenteria e la stipsi, mentre l’attività diuretica e depurativa possono essere utilizzate per ripulire l’organismo e proteggere il fegato, i reni, il pancreas e la vescica. È anche un ottimo calmante per il dolore, per questo viene impiegata per lenire le sofferenze causate dai disturbi reumatici. Bisogna ricordare, però, che la presenza di alcaloidi rende la Dulcamara velenosa, per questo motivo bisogna utilizzarla con attenzione.

    Modalità d’uso

    A questo proposito è bene comprendere le giuste modalità d’utilizzo di questa pianta al fine di beneficiare dei suoi effetti positivi. Di norma il preparato si trova infatti in erboristeria ed è già pronto per essere adoperato come infuso lenitivo contro la tosse, il mal di gola e le infezioni del cavo orale. Di norma, dunque, si utilizza contro il raffreddore e nei periodi freddi, ma può essere utilizzata anche per l’eczema cronico e i reumatismi.

    Controindicazioni

    Il succo presente nelle foglie e nei rami della pianta è velenoso e se ingerito può causare alcuni effetti spiacevoli, come dissenteria, crampi, eruzioni cutanee e vomito. Le bacche, inoltre, sono altrettanto pericolose e ancor più velenose; nelle parti verdi, infatti, è presente la solanina che se ingerita può provocare forti dolori, nausea e perdita di coscienza. L’uso della pianta è sconsigliato in caso di bradicardia, glaucoma e asma bronchiale. Si consiglia pertanto di contattare il medico prima di procedere al suo utilizzo.

    * Il contenuto riportato è di carattere orientativo a fini informativi: non sostituisce diagnosi e trattamenti medici. Non deve essere utilizzato per prendere decisioni in merito ad assunzione o sospensione di terapie farmacologiche e non può sostituire il parere di un professionista afferente a qualsiasi disciplina medico scientifica autorizzata.