Gymnema: proprietà, benefici e controindicazioni

    Gymnema: proprietà, benefici e controindicazioni

    Gymnema: proprietà, benefici e controindicazioni

    La Gymnema è una pianta molto conosciuta per via delle sue proprietà capaci di indurre l’assorbimento degli zuccheri. Appartiene alla famiglia delle Asclepiadaceae ed è originaria del Pakistan, dell’India, dell’Africa e dell’Australia. I suoi fusti sono flessibili e morbidi, mentre le foglie mostrano un vivace colore verde. I fiori, di modeste dimensioni, sono di colore giallo. Negli ultimi anni sta accrescendo la sua popolarità, soprattutto per coloro che utilizzano spesso rimedi naturali. Questa pianta, infatti, possiede numerose proprietà che possiamo sfruttare a nostro vantaggio, per il benessere del corpo. Ecco tutte le sue caratteristiche e le controindicazioni.

    GYmnema benefici proprieta e controindicazioni

    Le proprietà della Gymnema

    In India questa pianta è molto conosciuta come medicinale ayurvedico. In alternativa viene utilizzata come ornamento. Uno degli utilizzi più comuni degli ultimi anni è come ingrediente negli integratori per chi ha deciso di perdere peso. Può avere, infatti, proprietà dimagrenti. Inoltre, viene utilizzata anche in Cina per via delle sue proprietà che agiscono sull’assorbimento degli zuccheri. Molti la definiscono come un pianta dalle proprietà ipoglicemizzanti. Tra le sostanze più importanti troviamo l’acido ginmemico, molecola simile al glucosio che aiuta ad avere un effetto assorbente sugli zuccheri all’interno dell’intestino.

    I benefici della Gymnema

    Date le sue proprietà benefiche, questa pianta è in grado di donare diversi benefici al nostro corpo. In primo luogo viene utilizzata anche dalle persone affette da diabete in quanto è in grado di diminuire la quantità di zuccheri nel sangue. Il fitocomplesso di Gymnema, infatti, può ridurre i livelli plasmatici di glucosio nel sangue andando a stimolare le secrezioni pancreatiche e quindi la produzione di insulina. Anche nell’intestino, dove agisce di più, vi saranno diversi benefici, tra questi la capacità di combattere la stipsi. La Gymnema contiene anche gurmarina, un principio attivo polipeptide responsabile della sua proprietà antidolcificante. Questa sostanza, se applicata per un arco di tempo significativo sulla lingua, altera le funzioni delle papille gustative e blocca la ricezione del gusto dolce.

    Controindicazioni della Gymnema

    Questa pianta non possiede particolari controindicazioni, anche le donne in gravidanza o in fase di allattamento possono farne uso purché sotto il controllo del medico, soprattutto se si tratta di estratti totali o parziali della pianta. In linea di massima non è stato registrato alcun effetto collaterale significativo. Al contrario, è possibile che vi sia un’interazione farmacologica, in particolare nel caso dei farmaci per la cura del diabete. La causa risiede nel suo forte effetto ipoglicemizzante.

    * Il contenuto riportato è di carattere orientativo a fini informativi: non sostituisce diagnosi e trattamenti medici. Non deve essere utilizzato per prendere decisioni in merito ad assunzione o sospensione di terapie farmacologiche e non può sostituire il parere di un professionista afferente a qualsiasi disciplina medico scientifica autorizzata.