Perché bere acqua limone e zenzero tutte le mattine

    Perché bere acqua limone e zenzero tutte le mattine

    L’acqua, da sempre fonte di vita, il limone, agrume ricco di vitamina C e di flavonoidi, e lo zenzero, spezia che contiene tantissime proprietà in grado di donare all’organismo moltissimi benefici, insieme possono essere bevuti in una bevanda tiepida tutte le mattine trenta minuti prima di fare colazione, ma anche essere assunti come bibita fresca da gustare per tutto l’arco della giornata. La bevanda fresca di acqua limone e zenzero, infatti, si può preparare versando quella tiepida in una borraccia o in una bottiglia di vetro, inserendo anche pezzetti di zenzero e fettine di limone. Quali sono i benefici del bere acqua limone e zenzero tutte le mattine?

    Con il nostro Speciale Zenzero rispondiamo a molte domande su questo buonissimo ingrediente naturale, che si sposa molto bene con tanti altri ingredienti. Bere acqua limone e zenzero tutte le mattine aiuta il corpo a ritrovare il naturale equilibrio per affrontare al meglio la giornata.

    => Per leggere tutti i benefici di una tisana a base di zenzero e limone, qui

    Acqua, limone e zenzero, infatti, hanno ottime proprietà antiossidanti, aiutano a rinforzare le difese immunitarie e a contrastare lo stress. Come preparare una buona bevanda a base di acqua zenzero e limone in pochi minuti? Si prende un pentolino e si fa bollire l’acqua, si spegne il fuoco e si mettono dentro metà zenzero grattugiato e metà limone tagliato a fettine con la propria scorza. Si lasciano gli ingredienti in infusione per 8-10 minuti. Se vi piace l’idea di bere la bibita fresca durante la mattina, dopo aver bevuto già un bicchiere prima di colazione, potete versarla nella borraccia o nella bottiglia di vetro.

    => Scopri tanti rimedi naturali per aiutare l’organismo a stare bene

    Photo Credit: Poptika / Shutterstock

    * Il contenuto riportato è di carattere orientativo a fini informativi: non sostituisce diagnosi e trattamenti medici. Non deve essere utilizzato per prendere decisioni in merito ad assunzione o sospensione di terapie farmacologiche e non può sostituire il parere di un professionista afferente a qualsiasi disciplina medico scientifica autorizzata.