Enotera: proprietà, benefici e controindicazioni

    Enotera: proprietà, benefici e controindicazioni

    Enotera: proprietà, benefici e controindicazioni

    L’enotera è una pianta officinale appartenente alla famiglia delle Onagraceae. Si tratta di una pianta erbacea biennale originaria del Nord America, anche se ormai cresce in modo spontaneo anche in Europa, soprattutto nelle zone più soleggiate. I nativi americani utilizzavano la sua radice come antinfiammatorio e per il trattamento dei gonfiori che si manifestano in varie zone del corpo. Infatti, gran parte delle sue proprietà risultano essere molto utili per il benessere del corpo e per i disturbi che colpiscono il sistema ormonale femminile. Ecco tutte le sue caratteristiche, le proprietà, i benefici e le possibili controindicazioni.

    Enotera benefici proprietà e controindicazioni

    Le proprietà dell’enotera

    Questa pianta contiene diverse sostanze e proprietà utili al nostro organismo. Dai semi si estrae un olio vegetale molto ricco di omega 3 e acido gamma linoleico. Inoltre contiene altri acidi grassi insaturi come l’omega 9 non sintetizzabili dal nostro organismo. Tra le proprietà più importanti si annoverano quelle antinfiammatorie, anticellulite, depurative, fluidificanti, antidolorifiche. Inoltre, è molto utile per le affezioni delle vie urinarie e del seno ed è utile per contrastare la sindrome premestruale.

    I benefici dell’enotera

    Grazie alle sue proprietà benefiche e ai principi attivi e sostanze contenute, questa pianta può risultare utile per diverse affezioni. In primo luogo per le vie urinarie in quanto purifica il corpo. La sua azione più importante, però, riguarda il contrasto dei disturbi che insorgono durante la sindrome premestruale: combatte l’irritabilità, il nervosismo, l’ansia, stati depressivi, la tensione dolorosa al seno e la ritenzione idrica. È molto utile anche per patologie più gravi come la mastopatia fibrocistica, ovvero la presenza di cisti nel seno, questo perché è capace di ridurre le dimensioni delle cisti mammarie benigne e di ostacolarne la genesi. In questo modo contribuisce a diminuire le possibilità di recidive dopo l’operazione chirurgica. Inoltre, la pianta ha un’azione fluidificante nei contro del sangue.

    Controindicazioni e possibili effetti collaterali

    Come molte altre piante ed erbe officinali, anche l’enotera può avere controindicazioni e possibili effetti collaterali. In particolare, l’olio vegetale estratto dai suoi semi è controindicato per tutti quei soggetti che soffrono di epilessia in quanto è in grado di interagire con i farmaci neurolettici. In caso di dosi eccessive potrebbe verificarsi ipersensibilità che può portare all’allergia, oltre ad altri sintomi molto fastidiosi come il mal di testa e la nausea. Si consiglia pertanto di assumerla in dosi limitate e sotto il consiglio e la guida di un medico o di uno specialista.

    * Il contenuto riportato è di carattere orientativo a fini informativi: non sostituisce diagnosi e trattamenti medici. Non deve essere utilizzato per prendere decisioni in merito ad assunzione o sospensione di terapie farmacologiche e non può sostituire il parere di un professionista afferente a qualsiasi disciplina medico scientifica autorizzata.