Epilobio: proprietà, benefici e controindicazioni

    Epilobio: proprietà, benefici e controindicazioni

    Epilobio: proprietà, benefici e controindicazioni

    L’epilobio è una pianta erbacea appartenente alla famiglia delle Oenotheraceae. Viene chiamata anche garofanino di bosco e può raggiungere anche i due metri di altezza. Le foglie sono lunghe e disposte a spiga, mentre i fiori si mostrano a grappoli e variano dal colore rosso porpora al magenta e si può riprodurre anche tramite le radici. Questa pianta possiede molte proprietà e benefici utili per il nostro organismo, soprattutto contro le infezioni, le emorragie e le affezioni che colpiscono la prostata. Ecco le sue caratteristiche, le proprietà, i benefici e i possibili effetti collaterali ai quali fare attenzione.

    Epilobio benefici e proprieta per la prostata

    Le proprietà dell’epilobio

    Questa pianta contiene diverse proprietà che possono essere utili contro molte affezioni dell’organismo. Tra queste si annoverano le proprietà antiflogistiche, antinfiammatorie, antibatteriche, carminative, antiemorragiche. Viene utilizzato in caso di diarree, irritazioni cutanee, come gli eczemi ed è estremamente ricco di flavonoidi. Uno dei principi attivi più importanti è miricetolo-3-0-beta-D-glucuronide, capace di inibire la produzione di prostaglandine, per questo è utilizzato anche contro le iperplasie benigne della prostata.

    I benefici dell’epilobio

    Grazie alle sue numerose proprietà, questa pianta può essere adoperata per problemi che riguardano la prostata, come il suo ingrossamento e per combattere le emorragie, ad esempio nei casi di mestruazioni abbondanti. Inoltre, i suoi componenti sono in grado di drenare le sostanze nocive in eccesso, stimolando la riparazione dei tessuti molli danneggiati e la loro distensione. Ciò è dovuto anche all’alta presenza di tannini. In generale, invece, i problemi per i quali è possibile adoperare l’epilobio sono i seguenti:

    • Cura di ustioni e ferite
    • Contro ulcere dello stomaco
    • Irritazioni cutanee
    • Problemi gastrointestinali come diarrea o stitichezza
    • Tonico per il sistema cardiovascolare
    • Problemi al tratto urinario
    • Ingrossamento della prostata

    Inoltre, le sue proprietà astringenti, espettoranti, antisettiche e antinfiammatorie possono essere sfruttate contro le principali malattie da raffreddamento che possono sopraggiungere durante la stagione invernale, come tosse, mal di gola, febbre, influenza e congestione nasale.

    Controindicazioni ed effetti collaterali

    L’epilobio non possiede gravi controindicazioni o effetti collaterali pericolosi. Solo nei casi in cui sia presente un’ipersensibilità a uno o più componenti è possibile essere soggetti a una reazione allergica. Più in generale, invece, e a scopo quasi sempre cautelativo, il suo consumo è altamente sconsigliato durante il periodo della gravidanza e nella fase di allattamento. In ogni caso, al fine di evitare spiacevoli conseguenze o reazioni avverse, si consiglia di farsi seguire da uno specialista o da un medico.

    * Il contenuto riportato è di carattere orientativo a fini informativi: non sostituisce diagnosi e trattamenti medici. Non deve essere utilizzato per prendere decisioni in merito ad assunzione o sospensione di terapie farmacologiche e non può sostituire il parere di un professionista afferente a qualsiasi disciplina medico scientifica autorizzata.