Pepe rosa: benefici e utilizzo in cucina

    Pepe rosa: benefici e utilizzo in cucina

    Pepe rosa, benefici e uso in cucina

    Il nome ci richiama alla mente il più tradizionale pepe nero, ma il pepe rosa appartiene a una famiglia diversa. Motivo per cui viene anche chiamato falso pepe.

    Frutto del Shinus molle, una pianta esotica sempre verde, il pepe rosa ha moltissime proprietà benefiche, per questo è sempre più utilizzato nelle ricette e sulle tavole di tutto il mondo.

    Si tratta principalmente di un tonico e stimolante quindi è perfetto per essere utilizzato contro disturbi di digestione. È, inoltre, ricco di fosforo, potassio e calcio. Una spezia magica, sembrerebbe, ed è così che alcune popolazioni come quelle latinoamericane lo considerano. Del resto non si può dimenticare che il Shinus molle da cui prende vita ha origine proprio in queste zone del mondo, con le quali ha un legame ancora strettissimo.

    Spesso ci si chiede se il pepe nero fa bene o male alla salute, senza avere ancora risposte chiare; ciò che è certo però, è che quello rosa è consigliato, oltre che amico del nostro organismo. Altro elemento che sottolinea la profonda diversità tra le due spezie.

    Altra virtù ampiamente riconosciuta del pepe rosa è quella antisettica che la medicina popolare ha da sempre sfruttato per curare ferite e infezioni.

    Tra tutti i suoi benefici c’è anche quello di essere diuretico ed efficace contro i dolori mestruali e dolori di denti. A quanto pare, è davvero un toccasana per la nostra salute.

    Il pepe rosa in cucina

    Il pepe rosa contiene tannino, glucosio, resine e delle gommo-resine che hanno una azione purgativa, per tutti questi motivi viene spesso utilizzato in cucina.
    Perfetto per insaporire piatti a base di pesce, in particolare carpacci di pesce spada, tonno o salmone, ma anche per risotti e dessert dal sapore delicato e gustoso.
    Grazie al suo gusto dolce e speziato, viene utilizzato spesso anche per realizzare salse da consumare con ricette salate. Si tratta principalmente di salse a base di yogurt, mascarpone, burro e frutta esotica alla quale è sempre abbinato con successo.
    Piacevole anche per l’occhio, considerato che i suoi granelli (molto simili a delle bacche rosa) si prestano bene per la guarnizione di ricette vivaci ed eleganti.
    In altri paesi del mondo come l’Ecuador, il pepe rosa viene utilizzato per dare sapore a bevande alcoliche, liquori e aceto, e in Cile per aromatizzare il vino. In Messico, invece, viene impiegato per la preparazione di una bevanda antica e considerata sacra, il pulque.

    Qualche curiosità sul pepe rosa

    Il sapore del pepe rosa è simile a quello del più tradizionale pepe nero, ma è più delicato, leggero, dolce e fruttato.
    È una tra le spezie più efficaci e considerata uno dei più potenti afrodisiaci naturali insieme ai più noti zenzero e peperoncino.
    C’è da dire che è sicuramente più piacevole da consumare, dato il suo sapore meno forte, deciso e più dolce. Per un risultato ancora più efficace è possibile utilizzarlo in qualche ricetta unito proprio a zenzero e peperoncino, ma il consiglio è quello di non esagerare perché, come qualsiasi spezia assunta in dosi elevate, anche il falso pepe può diventare tossico.