Prostatite? Ecco alcuni rimedi naturali per sfiammare e sgonfiare la prostata

20 Ottobre 2020 0 Di Redazione

C’è un’infiammazione fastidiosa, tipica degli uomini, che può presentarsi in forma acuta oppure cronica: è la prostatite. Colpisce la ghiandola endocrina dell’apparato urogenitale maschile e la sua comparsa può dipendere sia da fumo e situazioni di stress che da infezioni ed eccessiva sedentarietà. Distinguiamo innanzitutto la prostatite acuta (si hanno difficoltà nell’atto della minzione, vi è una sensazione di bruciore e un bisogno ricorrente di andare in bagno) da quella cronica (i sintomi rimangono per oltre 3 mesi e si prova un forte dolore pelvico). 

La mappa delle cause scatenanti della prostatite

Tra le cause che portano ai fastidi alla prostata bisogna indicare fattori di tipo infettivo, con particolare riferimento agli Escherichia Coli ma anche a Enterobatteri e Klebsiella. Questi batteri potrebbero ad esempio entrare nel corso del rapporto sessuale, in questo modo dando luogo a un’infezione di tipo uretrale in grado di portare alla prostatite batterica. Altre cause scatenanti della prostata infiammata possono essere un’alimentazione sregolata, così come fumo e sedentarietà ma anche la presenza di emorroidi. Vediamo adesso quali rimedi naturali è possibile sfruttare per sfiammare prostata, ricordando che anche certe situazioni emotive complesse e delicate possono favorire la comparsa di tale disturbo

Olio essenziale di pino silvestre

Tra i rimedi naturali prostata dobbiamo innanzitutto fare riferimento all’olio essenziale di pino silvestre, dall’inconfondibile e piacevole profumo (la sua diffusione nell’aria consente di purificare l’ambiente). E’ un perfetto antisettico, un buon diuretico e un antinfiammatorio ideale per le vie urogenitali. E’ possibile aggiungere 2-3 gocce di olio di pino silvestre a un cucchiaio di miele e assumerlo dopo i pasti per sfiammare prostata e in caso di reumatismi. 

Uva ursina

Quando si parla di rimedi naturali prostata anche certe piante officinali possono essere d’aiuto. Il riferimento è in particolare all’uva ursina, la quale può essere impiegata con successo in presenza di infezioni o di infiammazioni alle vie urinarie. Il suo effetto è calmante in relazione al bisogno costante di minzione ed è ideale proprio in caso di prostatite, grazie ad alcuni principi attivi che consentono di contrastare la presenza di batteri e microbi. I tannini gallici proteggono le mucose e hanno proprietà astringenti: fermano la secrezione quando le mucose sono infiammate.  

Un’alimentazione corretta e regolare contro la prostatite

Per contrastare i problemi alla prostata è sempre bene seguire una dieta alimentare regolare e controllata. Non possono mancare pomodori, soia, uva ma anche tè verde (quest’ultimo è ricco di polifenoli). La prostata può risultare irritata anche in caso di eccessiva assunzione di caffeina e alcool. Il tabacco dal canto suo è nocivo poiché va a ridurre l’idratazione. 

Semi di zucca

Anche i semi di zucca sono annoverati tra i rimedi naturali prostata, anzi sono spesso impiegati per la realizzazione di prodotti fitoterapici ad hoc. La prostata ingrossata si accompagna a una diminuzione del getto urinario e a una frequente minzione. Grazie alla presenza nei semi di zucca di betasteroli è possibile ridurre il colesterolo e combattere i sintomi tipici del disturbo. 

Polline

Infine uno sguardo tra i rimedi naturali anche al polline, contenente licopene e flavonoidi che sono in grado di inibire la crescita tissutale della prostata, contrastare il dolore e sfiammare prostata. Viene inoltre stimolato il sistema immunitario, con chiaro effetto benefico.

* Il contenuto riportato è di carattere orientativo a fini informativi: non sostituisce diagnosi e trattamenti medici. Non deve essere utilizzato per prendere decisioni in merito ad assunzione o sospensione di terapie farmacologiche e non può sostituire il parere di un professionista afferente a qualsiasi disciplina medico scientifica autorizzata.

Ultimo aggiornamento: 20/10/2020