Come disintossicarsi dal cortisone: depurare e sgonfiare il corpo

    Come disintossicarsi dal cortisone: depurare e sgonfiare il corpo

    Cortisone: gli effetti collaterali sull’organismo

    Sei reduce da una cura di cortisone e ora stai subendo gli inevitabili effetti collaterali che questo farmaco provoca? Allora hai assolutamente bisogno di depurare il tuo organismo.

    Il cortisone è un corticosteroide, un ormone dal forte potere antinfiammatorio e immunosoppressore, utile per curare molte patologie ma anche causa di diversi effetti collaterali. Esso inibisce il sistema immunitario, quasi ‘bloccandolo’, ecco perché non di rado capita che provochi il manifestarsi di eruzioni cutanee. Dopo la cura le tossine rimangono nell’organismo e vanno per questo espulse.

    >>> Combattere la ritenzione idrica <<<

    Cosa fare per disintossicarsi dal cortisone e sgonfiare il corpo

    Il nostro organismo ha bisogno di tempo per espellere le tossine e sgonfiarsi, dopo una terapia a base di cortisone. Occorre drenare e depurarsi. Farlo è semplice, ecco alcuni consigli utili.

    Dopo la cura, quando l’effetto del farmaco svanisce, il sistema immunitario ripristina le sue funzioni e ricomincia a difendere l’organismo dagli attacchi esterni. Per evitare che le tossine si accumulino possiamo tuttavia aiutare con piccoli accorgimenti il nostro sistema immunitario. Ecco delle regole semplici da seguire per stare meglio:

    —> Potrebbe interessarti anche: Ananas, il frutto amico che sgonfia la pancia e aiuta a depurarsi: scopri le sue virtù <—

    1. Sana alimentazione: posto che anche in condizioni di salute è bene sempre mangiare sano prediligendo frutta e verdura di stagione a volontà, il consiglio è dunque di evitare cibi quali carne rossa, grassi saturi, cibi scatola, sale, zucchero raffinato, oltre che l’alcool e il fumo. Sì a miglio, riso, farro, orzo, al bando il sale.
    2. Regolarità intestinale: condizione imprescindibile per ottenere l’eliminazione delle tossine accumulate.
    3. Fare attività fisica almeno tre volte alla settimana e bere almeno 1 litro e mezzo o due di acqua, fondamentale per idratare il corpo e per favorire il drenaggio dei liquidi in eccesso.
    4. Dieta iposodica: consiste nel sostituire il sale sugli alimenti con le spezie e usare l’olioextravergine di oliva come condimento. Fondamentale per depurarsi ed espellere le tossine, prediligere gli alimenti ricchi di potassio che favorisce lo smaltimento dei liquidi in eccesso. Essi sono le lenticchie, i fagioli, gli asparagi, i piselli, l’ananas e il melone.