Come scegliere la crema adatta al tuo ph

    Come scegliere la crema adatta al tuo ph

    Sempre più spesso si sente parlare di ph, soprattutto a proposito di detergenti e cosmetici che vengono a stretto contatto con la pelle. Questa sigla viene citata frequentemente nelle pubblicità dei prodotti di bellezza ma sono poche le persone che sanno davvero che cos’è e perché é così importante. Ecco, allora, tutto quello che si deve sapere sul ph della pelle.

    Che cos’è il ph della pelle

    La sigla ph sta ad indicare esattamente il potenziale idrogeno (potential hydrogen): questa scala di valore viene usata per indicare la carica elettrica, attraverso la quantità di ioni di idrogeno, presente in una soluzione liquida che può essere organica oppure di sintesi, ossia realizzata in laboratorio. In base alla quantità del volume di ioni idrogeno, il ph si distingue in tre tipologie: c’è quello acido, con un volume compreso fra 1 e 7; quello neutro, che ha un valore intorno al 7; infine quello basico che ha un valore superiore al 7. La pelle ovviamente ha un suo ph specifico, che è strettamente connesso al rivestimento idrolipidico che protegge tutto il nostro corpo e ha un valore che si aggira fra il 4,5 e il 5,5 (classificandosi quindi come sostanzialmente acido). È importante sapere quale sia il ph della propria pelle, perché per rispettarne il naturale stato occorre utilizzare dei prodotti cosmetici che abbiano un valore compatibile. Per una panoramica completa sulle soluzioni che la cosmesi naturale offre, in relazione ai diversi tipi di ph, l’ideale sarà sfogliare gli approfondimenti di Bsoul.

    Perché è importante conoscere il ph della pelle

    Ma perché le pubblicità e tutti gli esperti di settore insistono così tanto sull’importanza del ph? Semplicemente perché è opportuno acquistare sempre detergenti e cosmetici che abbiano un ph molto simile a quello della propria pelle. Quando ci si trova davanti ad un prodotto il cui ph è definito neutro, non è detto che sia la soluzione migliore per proteggere cute e pelle. Che cosa accade se si sceglie qualcosa dal PH troppo differente dal proprio e lo si usa frequentemente? Si corre il rischio di esporre la pelle al pericolo di contrarre fastidiose dermatiti in quanto un ph neutro oppure basico potrebbe alterare irrimediabilmente la flora cutanea.

    Che cosa favorisce un’alterazione del ph

    Generalmente il ph subisce un’alterazione sia a causa di fattori esterni che interni. Già sappiamo che fra le cause esterne al corpo che possono alterare il ph ci sono i cosmetici con un valore troppo differente rispetto a quello registrato dalla propria pelle ma anche i lavaggi frequenti, una scorretta alimentazione, il vizio del fumo oppure l’inquinamento sono elementi che concorrono a disequilibrare il ph. Dal punto di vista interno, invece, tra i fattori scatenanti troviamo l’invecchiamento cutaneo ma anche fattori genetici, legati al genere (le donne sono più predisposte rispetto agli uomini a questa problematica). Anche gli sbalzi ormonali possono avere come conseguenza un’alterazione del ph della pelle. Secondo gli esperti del settore, la microbiotica della pelle risente dell’eventuale alterazione del ph dovuta alla temperatura ma anche all’umidità e all’eventuale utilizzo di prodotti cosmetici troppo aggressivi.