Olio essenziale di cajeput: proprietà e controindicazioni

    Olio essenziale di cajeput: proprietà e controindicazioni

    Olio essenziale di cajeput: proprietà e controindicazioni

    L’olio essenziale di cajeput è un prodotto a base di Melaleuca, una pianta appartenente alla famiglia delle Mirtaceae. Si tratta di un prodotto molto conosciuto e utilizzato per il benessere dell’apparato respiratorio e dell’intestino e possiede numerose proprietà che possiamo usare soprattutto durante la stagione invernale e contro i malanni a essa associati, come la febbre, l’influenza, il mal di gola, la tosse e la congestione nasale. Ecco dunque tutte le sue caratteristiche, i benefici che è in grado di apportare al nostro organismo, le proprietà e le possibili controindicazioni.

    Olio essenziale di cajeput, benefici e controindicazioni

    Le proprietà dell’olio essenziale di cajeput

    L’olio a base di cajeput possiede numerose proprietà utili per il nostro organismo e per diverse condizioni mediche. Tra queste si annoverano quelle antinfiammatorie, antibiotiche, balsamiche, vasoprotettrici, antiparassitarie e lenitive. Può essere quindi adoperato per disinfettare e depurare l’organismo e proteggerlo dalle infezioni sia batteriche che virali. Il contenuto di sali minerali e vitamine può anche favorire la stimolazione del sistema immunitario, prevenendo diverse malattie infettive tipiche della stagione invernale.

    I benefici dell’olio essenziale di cajeput

    Grazie alle sue proprietà antibiotiche e antinfiammatorie, questo prodotto si dimostra molto utile contro le infezioni e come battericida naturale. Le sue capacità depurative possono essere usate anche per infezioni dell’apparato urinario, come la cistite e l’uretrite. Assumerne un paio di gocce in un cucchiaino di miele può essere molto utile contro i parassiti dell’intestino come gli Ossiuri, gli Ascaridi e gli Elminti. È un ottimo repellente per pulci e zanzare, mentre il suo effetto balsamico combatte le malattie da raffreddamento, il mal di gola e l’eccessivo muco, questo grazie alle sue proprietà mucolitiche ed espettoranti per i polmoni. Le sue proprietà lenitive, invece, sono molto utili in caso di lievi ferite cutanee, rossori, dermatiti e irritazioni cutanee. In caso di vene varicose o emorroidi, l’olio di cajeput può essere applicato sfruttando il suo effetto vasoprotettore e decongestionante.

    Olio essenziale di cajeput: usi e controindicazioni

    Quest’olio può essere utilizzato tramite diffusione ambientale, inserendone un po’ nel deumidificatore o nell’acqua dei termosifoni. Mescolandone almeno una decina di grammi in una crema dai valori neutri è possibile produrre una pomata balsamica lenitiva per la pelle e le vie respiratorie. Allo stesso modo anche un suffumigi può tornare utile contro i malanni da raffreddamento, in particolare contro la congestione nasale. Per quanto riguarda le controindicazioni, non sono stati registrati effetti collaterali, ma e ne sconsiglia l’utilizzo in gravidanza.

    * Il contenuto riportato è di carattere orientativo a fini informativi: non sostituisce diagnosi e trattamenti medici. Non deve essere utilizzato per prendere decisioni in merito ad assunzione o sospensione di terapie farmacologiche e non può sostituire il parere di un professionista afferente a qualsiasi disciplina medico scientifica autorizzata.