Ortica ricette: Ecco tre sfiziosi piatti estivi

25 Giugno 2021 0 Di Redazione

L’ortica è una pianta ricca di proprietà benefiche, a discapito di un aspetto non molto rassicurante. Sappiamo bene che toccare questa pianta è una pessima idea, dato che è ricoperta di peletti irritanti, ma una volta raccolta, l’ortica apre una finestra sulla tradizione culinaria italiana. Oggi parliamo di alcune ricette con ortica che puoi replicare a casa senza sforzi!

I piatti a base di ortica erano un tempo un pasto sostanzioso per le numerose famiglie contadine della nostra penisola. Ricche di vitamine e nutrienti, le ortiche davano energia e sazietà a prezzi ridottissimi, data la loro onnipresenza.

Dove mi procuro le ortiche per ricette?

Prima di cucinare le ortiche, è necessario capire bene come raccoglierle. Se non vuoi affrontare le loro sostanze irritanti, puoi sempre comprarle al banco ortofrutta, o in un negozio specializzato. In alternativa, basta una semplice passeggiata nel verde per raccogliere delle ottime ortiche per ricette sfiziose. Ecco qualche consiglio:

  • Diffida delle piante che crescono vicino ai centri abitati. Per fortuna, le ortiche sono molto diffuse e facili da trovare, e proliferano vicino ai corsi d’acqua o all’ombra degli alberi.
  • Per avere la certezza di scegliere sempre foglie tenere e nutrienti, non staccarle dalle piante in fiore. Meglio scegliere piantine di piccole dimensioni, ancora giovani.
  • Le foglie più vicine al terreno sono tendenzialmente quelle più amare: le foglie di ortica più tenere e adatte alla cucina sono appena sotto la cima della pianta.
  • Per raccogliere le foglie, armati di guanti e pantaloni lunghi. Basta sfiorarle per sprigionare l’azione irritante dei peletti!
  • Tenere le foglie di ortica in ammollo rende innocue le sostanze irritanti che la attraversano. Un consiglio? Prova a raccoglierle dopo una pioggia abbondante.

Ortica: Ricette per tutti i gusti

Una volta raccolte le ortiche, lavale sotto l’acqua corrente, preferibilmente indossando dei guanti. Scolale con cura e avrai per le mani dell’ottimo materiale per ricette gustosissime!

Il sapore dell’ortica è fresco e aromatico, senza l’amarezza tipica di alcune verdure a foglia larga. La pianta è adatta per preparazioni di ogni tipo, ma raccomandiamo sempre di cuocerla per essere sicuri di neutralizzare l’azione irritante delle foglie.

La pianta si abbina straordinariamente bene con uova e formaggi freschi come la ricotta, ma anche chi segue un’alimentazione vegana troverà degli ottimi spunti di ispirazione. Vediamo insieme alcune ricette con ortica di cucina.

Ricetta pesto di ortiche

Una volta raccolte le ortiche, potresti usarle per preparare un ottimo pesto, dal sapore più delicato rispetto a quello tradizionale genovese. Ecco gli ingredienti per 4 persone:

  • 400 g di foglie fresche di ortica;
  • 3 o 4 cucchiai di pinoli;
  • 1 spicchio d’aglio;
  • Olio EVO, sale grosso q.b.

L’ortica è commestibile anche da cruda, ma va maneggiata con cura: anche per questa preparazione, è consigliabile scottarla in padella. Dopo avere lavato le foglie di ortica, scottale a fiamma vivace. Puoi aggiungere un filo d’olio, oppure lasciare che le ortiche appassiscano nella loro acqua.

Appena le foglie saranno ammorbidite, spegni la fiamma e trasferiscile in un frullatore.

  • Per ottenere un pesto di ortiche più cremoso, frulla insieme le foglie e il resto degli ingredienti, aggiungendo una generosa dose di olio extravergine d’oliva.
  • Se invece preferisci un risultato più granuloso, tieni i pinoli da parte e frullali in un secondo momento.
pesto di ortiche con una foglia di ortica

Il pesto di ortiche è un’ottima alternativa al pesto genovese, adatto per dare una sfumatura gourmet alla tua pizza. Per una veloce pasta estiva, è sufficiente mescolarlo con un paio di cucchiai di acqua di cottura prima di amalgamarlo.

Il pesto di ortiche si conserva in frigo, preferibilmente in un contenitore ermetico o coperto con molta cura. Il contatto con l’aria rischia infatti di alterarne il sapore e la consistenza e di far proliferare delle muffe.

Frittata di ortiche

Un’altra ottima ricetta con le ortiche, con pochi ingredienti che collaborano per dare vita a un piatto unico gustoso e nutriente. Di seguito gli ingredienti per 4 persone:

  • 400 g di foglie di ortica fresche;
  • 5 uova;
  • 3 cucchiai di salsa di soia;
  • Parmigiano Reggiano DOP, olio EVO, sale e pepe q.b.

Lava accuratamente le foglie di ortica e scottale in padella. Come nella preparazione precedente, puoi scegliere se aggiungere un filo d’olio o lasciare che appassiscano nella loro acqua.

Appena le foglie si ammorbidiscono, spegni il fuoco e scolale con grande cura. Questo passaggio è importantissimo: per una frittata di qualità, le foglie devono essere asciutte a contatto con le uova.

Sbatti le uova con la salsa di soia, aggiungendo un po’ di parmigiano per dare una consistenza più ferma al preparato. A questo scopo, puoi sostituire il parmigiano con del pangrattato.

Fai scaldare un filo d’olio in padella, poi aggiungi le ortiche scottate. Falle saltare per qualche secondo, poi distribuiscile sul fondo della padella e aggiungi la mistura con le uova. Cerca di aggiungere il preparato in maniera uniforme, senza spostare le ortiche: in questo modo, otterrai una frittata omogenea.

Copri la padella con un coperchio e lascia cuocere la frittata per 7-8 minuti a fuoco dolce. Appena il fondo della frittata avrà acquistato un bel colore dorato, gira la frittata aiutandoti con il coperchio e fai ultimare la cottura.

La tua frittata di ortiche sarà così pronta per un figurone a tavola. Puoi conservarla in frigo in un contenitore ermetico, per un massimo di due o tre giorni.

Vellutata di ortiche

Se invece il tempo non è dei migliori, puoi provare con questo piatto nutriente e ricco di sapori, un vero e proprio comfort food da gustare anche freddo.

Gli ingredienti per una vellutata di ortiche coi fiocchi sono i seguenti (per 4 persone):

  • 600 grammi di foglie di ortica;
  • 2 patate grandi, o 3 patate medie;
  • Mezza cipolla;
  • Un litro di brodo vegetale
  • Olio EVO, sale, pepe q.b.

Dopo aver pelato le patate e lavato accuratamente le ortiche, fai appassire mezza cipolla tritata in una pentola con un filo d’olio. Quando la cipolla avrà raggiunto un colorito traslucido, aggiungi le patate e versa gran parte del brodo vegetale, conservandone un po’ per le ortiche.

Copri la pentola con un coperchio e fai sobbollire le patate a fuoco gentile per circa un quarto d’ora, controllandone periodicamente la consistenza. Appena le patate si saranno leggermente ammorbidite, aggiungi le foglie di ortica e il restante brodo vegetale.

vellutata di ortiche e zucchine

Mantenendo il fuoco basso, fai appassire le ortiche, facendo in modo che rimangano sempre immerse nel brodo. Bastano cinque minuti per far cuocere le foglie di ortica: non lasciarle per troppo tempo sul fuoco, altrimenti perderanno il loro sapore fresco e la vellutata non avrà un caratteristico e frizzante colore verde.

Una volta che le ortiche sono cotte, passa il tutto in un frullatore ad immersione e aggiusta di sale e pepe: la tua vellutata alle ortiche è pronta! Per rendere l’impiattamento più gradevole, puoi aggiungere qualche crostino o della granella di pistacchi.